rotate-mobile
Solidarietà / Nomi

Quasi 200 persone per gridare “No” alla violenza sulle donne

Importante adesione all’iniziativa di Nomi. Il ricavato dell’evento al Centro Antiviolenza di Trento

Un autentico successo l’iniziativa “Non una di meno – Camminiamo uniti per dire no alla violenza sulle donne” svoltasi nella mattinata di domenica 30 ottobre a Nomi. Quasi duecento partecipanti, tantissimi uomini, ma anche donne, famiglie, persone di tutte le età che hanno scelto di esserci per esprimere il proprio fermo “No” ai femminicidi e alla violenza di genere.

L’iniziativa, organizzata dall’US Nomi, si è concretizzata in una camminata di sei chilometri, raggiungendo Calliano e tornando quindi alla base.

nomi marcia violenza donne-2

Ogni partecipante ha versato 10 euro di iscrizione simbolica, tutti interamente devoluti al Centro Antiviolenza di Trento.

Presenti anche Loredana e Massimo, i genitori di Alba Chiara Baroni, vittima di femminicidio nel 2017 a Tenno; proprio a Loredana il sindaco di Nomi ha consegnato simbolicamente la fascia tricolore nel corso dell’iniziativa.

Una partecipazione e un messaggio importante, anche alla luce anche del recente femminicidio che ha sconvolto la vicina Bolzano, con l’invito a non abbassare mai la guardia sulla violenza di genere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quasi 200 persone per gridare “No” alla violenza sulle donne

TrentoToday è in caricamento