rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità

Maratona vaccinale, Ferro: "quello che abbiamo seminato lo vedremo il prossimo mese"

L'obiettivo delle prime dosi non è stato raggiunto, ma la Provincia non si fermerà a questa iniziative e il dottor Ferro si è detto fiducioso

La maratona vaccinale trentina si è conclusa nella serata di mercoledì 8 dicembre. L'obiettivo era piuttosto ambizioso, le energie messe in campo erano tantissime. La neve ha penalizzato molti l'ultimo giorno che non si sono recati al centro vaccinale nonostante avessero prenotato. È stato detto anche nei giorni precedenti, l'aspettativa verso le prime dosi era molto alta rispetto a quanto poi si è realizzato, ma in 5 giorni ci sono state tante persone che si sono convinte e si sono fatte vaccinare. Prime dosi ne sono state somministrate fino all'ultimo giorno, come ha dichiarato il dottor Ferro durante la conferenza stampa. 

"Dobbiamo dire 70 mila grazie a tutti i cittadini trentini che in questi 5 giorni di maratona hanno deciso di procedere alla vaccinazione e dare fiducia al percorso dei vaccini - ha detto il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, durante l'ultimo aggiornamento della giornata -. Una scelta di responsabilità collettiva e di generosità che ha permesso di raggiungere questo grande risultato".

La maratona vaccinale si è tenuta dal 4 all’8 dicembre e ha coinvolto 13 hub vaccinali su tutto il territorio provinciale aprendo le proprie porte dalle ore 6 alle ore 24 per permettere a tutti i cittadini trentini, anche senza prenotazione, di procedere con la vaccinazione. "70 mila vaccinazioni - ha sottolineato Fugatti - che saranno utili per mettere in sicurezza il sistema sanitario trentino e per aiutare il sistema economico a provare a reggere una situazione che, come sappiamo, è delicata".

Testimonianze, Raffaelli: "posizione no-vax a metà tra ignoranza e paura"

Intanto il bollettino dei contagi di mercoledì ha comunicato che sono stati rintracciati 255 nuovi casi positivi al coronavirus, le persone in ospedale sono 76, delle quali 15 in rianimazione. Il dottor Ferro ha però ricordato che occorre attendere una settimana dalla chiusura della maratona vaccinale per vedere il suo effetto sulla popolazione e sui contagi. "È stato impiantato un seme anche parlando con alcuni che non sono stati vaccinati, perché il dubbio se lo sono posti - ha affermato il dottor Ferro -. Questo, dal mio punto di vista, è un successo. Non dobbiamo guardare solo ai numeri dei vaccinati, ma anche alla grande semina che è stata fatta grazie alle centinaia di operatori che in questi giorni si sono fermati e hanno parlato alla gente. Il messaggio in questo caso è di semina e quello che abbiamo semintato in questi giorni, lo raccoglieremo nel prossimo mese". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maratona vaccinale, Ferro: "quello che abbiamo seminato lo vedremo il prossimo mese"

TrentoToday è in caricamento