rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

Oltre un migliaio in piazza a favore del ddl Zan

Dopo quelle dei giorni scorsi in altre città d'Italia, martedì è stata la volta di Trento

Anche Trento si è colorata con i colori arcobaleno. Dopo le tante manifestazioni che nei giorni scorsi hanno animato le piazze italiane in seguito allo stop arrivato in Senato per il ddl Zan, martedì 2 novembre è stata la volta del Trentino.

arcigay-4

Il presidio, sotto lo slogan di 'Il nostro orgoglio a testa alta', è iniziato in piazza Duomo alle 18. Ad aderire tanti cittadini, attivisti, politici. Circa un migliaio le persone presenti tra attivisti, studenti, politici e normali cittadini. La manifestazione era stata convocata da Arcigay Trentino con l'appoggio di tante associazioni del territorio: Famiglie Arcobaleno, Arci, Udu, Anpi solo per citarne alcune. Hanno aderito anche i sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil, oltre alle Acli.

Un invito a manifestare che era arrivato nel pomeriggio di martedì anche dal sindaco di Trento Franco Ianeselli, già fortemente critico dopo il voto del Senato.

È giusto tornare in piazza stasera. È bene non lasciar cadere le tante questioni sollevate dal Ddl Zan, che prevedeva aggravanti specifiche per discriminazioni e crimini d'odio contro gli omosessuali, i transessuali, le donne e i disabili. Non basta più indignarsi all'ennesima offesa che si abbatte su un portatore di handicap. Non è più sufficiente condannare il dileggio per qualsivoglia orientamento sessuale. E sono inutili le parole di riprovazione per la misoginia che umilia e ferisce le donne. Contro gli hater serve una legge che inchiodi ciascuno alle proprie responsabilità. Per questo è giusto tornare in piazza. Stasera e tutte le volte che sarà necessario.

arcigay 2-2-2

Gli interventi sul palco

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre un migliaio in piazza a favore del ddl Zan

TrentoToday è in caricamento