Attualità Centro storico / Piazza Dante

Scesi in piazza a Trento per difendere l'orsa del Peller: "Non uccidete JJ4"

Mercoledì 8 luglio la manifestazione in piazza Dante

Da Fb/Oipa Onlus

Una manifestazione in piazza Dante per chiedere di risparmiare l'orsa Jj4, sui cui pende un'ordinanza di abbattimento, dopo l'aggressione nel bosco sul monte Peller ai danni di due uomini, padre e figlio.

A partecipare mercoledì 8 luglio diverse associazioni tra cui Oipa, Animal Pride, Mountain Wilderness Italia e il gruppo Fiemme e Fassa il ritorno del lupo. La richiesta alla Provincia è quella di ritirare l'ordinanza di abbattimento, firmata dal presidente Maurizio Fugatti prima ancora che fosse stata ricostruita la dinamica dell'aggressione da parte del plantigrado, che da 14 anni vive nelle montagne del Trentino tenendosi lontano dall'uomo.

All'iniziativa erano presenti anche diversi volti noti del mondo politico e ambientalista: la consigliera provinciale di Futura Lucia Coppola, il consigliere comunale Jacopo Zannini (Altra Trento a Sinistra), il collega Andrea Maschio (Onda Civica), infine Marco Ianes (Verdi) e Gigi Casanova, volto storico di Mountain Wilderness.

"Non siamo d'accordo su come il presidente Fugatti sta gestendo i grandi carnivori in Trentino - afferma Oipa - e in particolare il progetto Life Ursus: prima taglia i fondi per il monitoraggio della fauna ursina, poi non attiva percorsi di educazione e formazione di cittadini e turisti sulla convivenza possibile a tutela sia dell'uomo che degli animali. Infine, decreta la morte di un'orsa presunta colpevole di aver aggredito due persone nella Val di Non che hanno goffamente invaso il suo territorio. Obiettivo della manifestazione pacifica è quello di portare un chiaro segnale di dissenso nei confronti di questa politica di soppressione senza motivo di animali nel territorio trentino".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scesi in piazza a Trento per difendere l'orsa del Peller: "Non uccidete JJ4"

TrentoToday è in caricamento