L'orso M49-Papillon è riuscito a 'tornare a casa'

L'animale secondo i forestali si trova di nuovo nel parco Adamello Brenta dove era stato catturato la scorsa estate

Dopo 9 mesi dalla sua cattura e dalla sua fuga, il famosissimo orso M49-Papillon sembra essere tornato nel parco Adamello Brenta, dove viveva fino alla scorsa estate. A dirlo la guardia forestale, che sulla base di diverse segnalazioni ha ricostruito i suoi spostamenti da metà aprile.

"Negli ultimi giorni - scrive la sezione Grandi Carnivori della Provincia autonoma di Trento - è stato possibile ricostruire con un buon grado di probabilità gli spostamenti dell’orso M49 successivi alle segnalazioni sul Carega risalenti al periodo di Pasqua".

Gli spostamenti dell'orso

In particolare, la settimana dopo Pasqua l'orso si sarebbe spostato attraverso i monti Lessini verso ovest giungendo sulla valle dell’Adige ed attraversandola. Poi si sarebbe diretto verso il lago di Garda, venendo visto a Cassone di Malcesine, nel Veronese. E ancora, nell'arco di una decina di giorni si sarebbe diretto a nord e poi a ovest, per poi attraversare la valle dei Laghi, Stenico, la val Algone ed infine la busa di Tione ed i sovrastanti monti tra la val di S.Valentino e la val di Breguzzo.

Catturato l'orso M49, clicca qui...

Il plantigrado, secondo la Provincia, avrebbe fatto ritorno nella zona dove abitava fino alla scorsa estate, prima di essere catturato, "dimostrando oltre che una forte capacità di spostamento (nota in generale nell’orso), anche la capacità di ritrovare determinate zone pur in un ambiente sconosciuto e complesso, sia dal punto di vista orografico che in termini di barriere ecologiche", come si legge in una nota della Pat.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ora è possibile che l’animale rallenti gli spostamenti e frequenti con più assiduità la zona a lui nota. Le attività di cattura dell’orso - continua la Provincia in applicazione dell’ordinanza di rimozione, mai sospese pur risultando assai difficili su di un animale in costante e rapido spostamento, sono ora concentrate in tale area".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rubano l'acqua del Comune per le fragole ma prosciugano l'acquedotto: danno da 220.000 euro

  • Valfloriana: auto e moto a fuoco dopo lo schianto, una persona ha perso la vita

  • Covid, picco di contagi in Trentino: 76 nelle ultime 24 ore

  • Valfloriana, incidente mortale: motociclista muore carbonizzato

  • Coronavirus: 32 nuovi casi, ci sono altri 3 contagiati nelle scuole

  • Studente positivo asintomatico: isolati compagni di classe ed insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento