Orso M49-Papillon, catturato per la terza volta e portato di nuovo al Casteller: il centro ora non ha più spazio

L'animale pesa 40 chili in meno rispetto a quando era scappato un mese e mezzo fa

Sembra un triste déja-vu quello dell'orso M49, o Papillon per chi lo vorrebbe libero in natura. L'animale lunedì 7 settembre è stato nuovamente catturato - per la terza volta - e trasferito, sempre senza essere sedato, al centro Casteller, dove dovrà affrontare di nuovo l'iter per la detenzione.

La terza cattura

Catturato con una trappola tubo nella località di Socede, nel comune di Castel Tesino, sulle pendici di cima d’Asta nella parte alta del Vanoi, il plantigrado dopo la sua seconda fuga dall’area faunistica del Casteller, avvenuta il 27 luglio scorso, si era spostato molto attraverso la catena del Lagorai e negli ultimi giorni aveva ridotto il proprio raggio di azione tra la val Campelle e la val Cia. Lo ha comunicato la Provincia in conferenza stampa lunedì sera.

Nei siti ritenuti migliori per la frequentazione del plantigrado i forestali avevano da tempo posizionato tre trappole tubo. La squadra catture ha constatato le buone condizioni di salute dell’orso, che pesa pesa 182 chili, ossia una quarantina in meno rispetto ad un mese e mezzo fa. Si ritiene che proprio il dimagrimento dell'esemplare abbia causato nelle scorse settimane la perdita del radiocollare, che ha reso più difficile il suo monitoraggio e di conseguenza le attività di cattura.

"Dopo i primi accertamenti sul posto - riferisce la Pat - ha avuto inizio il trasporto del plantigrado - da sveglio come di prassi - sotto il costante monitoraggio dei veterinari e con il supporto dei carabinieri, con l'obiettivo di garantire anche le condizioni di sicurezza stradale. Nel primo pomeriggio l'orso è stato dunque trasferito presso l’area faunistica del Casteller dove, previa sedazione, il plantigrado è stato inserito nella tana. L’animale svolgerà un percorso di adattamento all’area analogo a quello condotto la scorsa primavera; nel frattempo saranno ultimati i lavori in corso per il rafforzamento dell’area dedicata agli orsi, programmati e cominciati in seguito alla fuga di M49".

Il Casteller al completo

Al momento nel centro faunistico non ci sono quindi più spazi per gli altri orsi che la Provincia considera problematici. Oltre a M49, infatti, sono detenuti qui M57, l'orso catturato dopo l'aggressione ai danni di un carabiniere ad Andalo, e Dj3, l'orsa che risiede qui da 9 anni ma che la Pat vuole trasferire a Spormaggiore (per fare spazio a un altro animale da catturare).

Sono infatti altre due gli orsi su cui attualmente pende un'ordinanza di cattura e che erano stati avvistati in paese a Dimaro Folgarida e Andalo, dove era già stato catturato M57.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

Torna su
TrentoToday è in caricamento