Strage di Lutago: Stefano Lechner trasferito al convento di Novacella

Il 5 gennaio scorso investì una comitiva di ragazzi provocando la morte di sette persone

Arresti domiciliari in convento per Stefan Lechner, il 27enne della Val Pusteria arrestato dopo la strage di Lutago, quando alla guida della sua auto investì una comitiva di giovani turisti tedeschi, uccidendone sette.

Lechner è stato trasferito presso l'abbazia di Novacella dalla Polizia Penitenziaria, e sarà controllato dai Carabinieri. Nell'antico monastero si trova comunque in stato di detenzione domiciliare.

In un primo momento, subito dopo l'incidente, era stato ricoverato nel reparto di Psichiatria dell'ospedale di Bressanone, prima di passare al carcere di Bolzano. L'unità di Psichiatria fornirà ora il supporto per un percorso terapeutico anche in convento. 

I legali di Lechner hanno avanzato l'ipotesi di concorso di colpa poichè pare che la comitiva di ragazzi si trovasse sulla strada. I risultati delle perizie effettuate in sede di incidente probatorio contribuiranno a fare ulteriore chiarezza sul terribile incidente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

Torna su
TrentoToday è in caricamento