rotate-mobile
Attualità

Lotteria degli scontrini, si cambia: la partecipazione è (quasi) automatica

Lo scontrino uscirà con un Qr-Code che il cliente potrà inquadrare con un'app per vedere se si è vincitori o no. Finora è stato un mezzo flop

Si va avanti, ma si cambia registro. Non è andata come si sperava, ma il governo valuta di rilanciare la lotteria degli scontrini nell’ottica di incrementare i pagamenti digitali. Ecco perché si pensa di abbattere la principale barriera all’ingresso per rendere popolare la misura: eliminare il codice a barre da presentare alla cassa che identifica il concorrente alla lotteria.

Al suo posto, in maniera molto più semplice e immediata, lo scontrino uscirà con un Qr-Code che il cliente potrà poi inquadrare con una App per vedere se si è vincitori o no (magari l’App-Io, la stessa del cashback, ma non ci sono ancora conferme su questo aspetto). Il governo studia anche come aumentare il numero di estrazioni e quindi di vincite, ma con importi ridotti.

La misura rientrerebbe in un pacchetto di norme fiscali, nell'ambito di un decreto sul Pnrr che serve a dare attuazione ad alcuni obiettivi programmati dal piano entro il 30 giugno. Non c'è solo la lotteria degli scontrini ovviamente: è un mix di vaerie novità, dall'e-fattura obbligatoria per le partite Iva in flat tax, al monitoraggio più stringente sul Superbonus 110% fino all'invio all'Agenzia delle entrate di tutti i dati degli italiani che pagano con strumenti digitali.

Come funziona la lotteria degli scontrini

Lunedì 1° febbraio 2021 è partita la lotteria degli scontrini: i consumatori possono, con gli acquisti di beni e servizi di almeno 1 euro pagati con strumenti elettronici, partecipare all'estrazione di premi da migliaia di euro. L'importante è che gli acquisti vengano effettuati presso punti vendita che trasmettono telematicamente i corrispettivi e che generano quindi biglietti virtuali validi per partecipare alla prima estrazione. 

Possono partecipare alla lotteria tutte le persone maggiorenni residenti in Italia. Per partecipare è sufficiente mostrare il proprio codice lotteria al momento dell’acquisto. Si tratta di un codice a barre e alfanumerico che si può ottenere inserendo il proprio codice fiscale sul portale della lotteria. Lo scontrino elettronico che l’esercente invia telematicamente produrrà un biglietto virtuale per ogni euro speso, fino a un massimo di mille biglietti per ogni scontrino di importo pari o superiore a mille euro.

Successivamente all’estrazione dei biglietti vincenti, l’Agenzia delle dogane e dei monopoli risalirà dal codice lotteria associato al biglietto estratto sia al codice fiscale dell’acquirente sia alla partita Iva dell’esercente. Non possono partecipare alla lotteria gli acquisti in contanti, gli acquisti online, quelli per i quali si emette fattura e quelli per i quali il cliente fornisce all’esercente il proprio codice fiscale o tessera sanitaria a fini di detrazione o deduzione fiscale.

Le vincite sono comunicate tramite Pec (posta elettronica certificata) all’indirizzo comunicato nell’area riservata del Portale lotteria e in assenza di Pec la comunicazione viene inviata tramite raccomandata con avviso di ricevimento. La comunicazione segnalerà l’obbligo di recarsi, entro 90 giorni, presso l’ufficio dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli competente in base alla propria residenza o al proprio domicilio fiscale. Il premio arriverà direttamente tramite bonifico bancario o postale. 

Un mezzo flop

Finora la lotteria degli scontrini è stato un mezzo flop. Secondo l'associazione dei consumatori Consumerismo ciò è dovuto al fatto che "il concorso, fin dalla sua partenza, ha riscontrato ostacoli e difficoltà in molte zone del Paese, con numerosi negozianti che non hanno adeguato i registratori di cassa, per carenza di tecnologia o connessione o per le difficoltà nell’affrontare le spese di aggiornamento software. La bassa probabilità di vincita inoltre, 1 su 53 milioni, allontana e disincentiva i consumatori, molti dei quali non conoscono il concorso e continuano a preferire il contante ai pagamenti elettronici". Molti negozi medio piccoli, "in assenza di previsioni sanzionatorie, restano inottemperanti all'obbligo di trasmettere i dati", ha spiegato il sottosegretario.

Secondo l'associazione, la situazione peggiore si registra nei piccoli Comuni. "Qui stimiamo che meno del 20% dei cittadini abbia aderito al concorso”. Un'interrogazione del Pd nei mesi scorsi chiedeva di incentivare la partecipazione dei cittadini anche mediante la semplificazione del meccanismo (eventualmente attraverso un più efficace utilizzo dell'app IO) e l'istituzione di una lotteria istantanea a cui destinare una parte delle risorse programmate. Per farlo occorre però una modifica sostanziale delle attuali applicazioni con l'implementazione di un nuovo sistema di estrazione e lo sviluppo di un software dedicato da installare sui registratori di cassa telematici.

Il calendario delle prossime estrazioni

Ecco il calendario delle estrazioni mensili 2022:

  • giovedì 14 aprile
  • giovedì 12 maggio
  • giovedì 9 giugno
  • giovedì 14 luglio
  • giovedì 11 agosto
  • giovedì 8 settembre
  • giovedì 13 ottobre
  • giovedì 10 novembre
  • venerdì 9 dicembre
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotteria degli scontrini, si cambia: la partecipazione è (quasi) automatica

TrentoToday è in caricamento