Call per artisti a Trento, indetto concorso nazionale di street art

Chi lo vincerà sarà chiamato ad abbellire l'edificio dell'ex Provveditorato

Murale (da needpix.com)

Un concorso artistico nazionale per abbellire l'edificio dell'ex Provveditorato di via S. Margherita. È quanto ha indetto il tavolo tematico Street Art della città di Trento.

A promuovere l'iniziativa il gruppo costituito con l'approvazione della giunta comunale di Trento e formato da cooperative sociali, soggetti privati e enti formativi presenti sul territorio del capoluogo che si occupano di arte, riqualificazione urbana, educazione alla legalità, inclusione sociale e tutela del patrimonio.

La richiesta e come candidarsi

Il concorso, intitolato Street earth on tour 2020, concerne la creazione di un murale sui temi dell'ambiente e della sostenibilità che dovrà essere grande circa 120 metri quadrati (30 tapparelle) e sarà realizzato sull'edificio dell'ex Provveditorato. L’opera prenderà vita nell’ambito del Festival dell’economia, che quest’anno ha come tema Ambiente e crescita.

Aperto ad artisti e gruppi di artisti (massimo 3 persone), il bando prevede l'assegnazione di 6mila euro al vincitore, che dovrà realizzare l'opera con vernici e materiali ecocompatibili. Il murale sara sviluppare tenendo conto anche della vicinanza dei resti della villa Romana. La richiesta, con il progetto artistico, va inviata entro il 5 maggio a edustrada@arianna.coop. Il testo completo dell’avviso e il modulo di domanda sono pubblicati su www.trentogiovani.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

Torna su
TrentoToday è in caricamento