Lavori di restauro alla fontana: "arrivederci" al Nettuno per sei mesi

I trentini hanno fatto appena in tempo a rivederla dopo la fine del lockdown che è già tempo di far partire i lavori, inizialmente previsti a marzo

L'avvio del cantiere, 13 maggio 2020

Il monumento più celebre della città, la Fontana del Nettuno, "sparirà" da piazza Duomo per i prossimi sei mesi. I lavori di restauro erano previsti da tempo, il cantiere sarebbe dovuto partire già a marzo, poi l'emergenza coronavirus ha fatto slittare i lavori di qualche mese. I trentini hanno fatto appena in tempo a rivederla, a sedersi sui suoi gradini per mangiare un gelato, dopo la riapertura in modalità "take away" delle gelaterie, ed è già ora di riprendere i lavori.

Il costo dei lavori è di 175mila euro. La decisione di farli partire in primavera, spiecifica il Comune, è principalmente tecnica: alcuni interventi di restauro richiedono infatti un clima mite, quello che in gergo è chiamato un cantiere "asciutto". "L'intervento - si legge nella nota - è finalizzato a intervenire sui principali fenomeni di degrado che caratterizzano attualmente il monumento, con l'intento di ridurne l'impatto, migliorare la conservazione e al contempo recuperare l'estetica visibilmente compromessa".

La fontana sarà coperta da pannelli per tutta il tempo dei lavori, la cui durata prevista è di sei mesi. Sui pannelli, secondo quanto anticipato dal Comune alla presentazione del progetto di restauro, saranno disponibili informazioni sulla storia della fontana e della piazza, e sui lavori. Insomma: il Nettuno riemergerà, più bello di prima, in tempo per i Mercatini di Natale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

Torna su
TrentoToday è in caricamento