rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Caro bollette

Energia tra maggior tutela e mercato libero: i numeri di Trento

Un’indagine ha valutato le provincie italiane sulla spesa di luce e gas. Ecco i risultati

Una recente indagine dei portali SOStariffe e Segugio si è focalizzata sui consumi e i costi per i servizi di luce e gas nelle provincie italiane. Lo scopo era quello di individuare le realtà nazionali più energivore, facendo un confronto tra la spesa per i nuclei familiari in regime di maggior tutela e quelli con la migliore offerta del mercato libero.

Un’interessante panoramica, che dà modo anche di “misurare la temperatura” di Trento in rapporto alle spese di gas e luce.

Sull’energia elettrica, nella classifica stilata, la nostra provincia è all’80esimo posto, anticipata da Chieti e seguita da Rimini, con un consumo medio annuo di 2338 Kwh. Per quanto riguarda la spesa annua con le tariffe di maggior tutela, a Trento si spendono 1.496 euro, mentre nell’ambito della spesa nella miglior offerta del mercato libero la cifra è di 1.369 euro. 127 euro, infine, il risparmio annuo.

Capitolo gas: Trento è all’86esimo posto, preceduta da Firenze e davanti a Terni, con un consumo in metri cubi di 693, 2.009 euro la spesa annua con le tariffe di maggior tutela e 1.901 euro nella spesa  di mercato libero, sempre tenendo in considerazione la miglior offerta. Il risparmio annuo è di 108 euro.

Unendo le spese di luce e gas, quanti soldi escono dalle tasche dei trentini per l’energia? 3.505 euro all’anno per quanto riguarda la maggior tutela e 3.270 con il mercato libero. In questo senso, rispetto alla classifica nazionale, Trento si attesta al 93esimo posto, esattamente tra Livorno e Aosta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Energia tra maggior tutela e mercato libero: i numeri di Trento

TrentoToday è in caricamento