menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso centrali idroelettriche, la Provincia: "I due funzionari hanno agito correttamente"

La nota della Giunta dopo la citazione in giudizio di due funzionari provinciali

Massima fiducia nella Magistratura, ma anche nel buon operato dei due dipendenti provinciali, accusati di aver calcolato al ribasso le rendite catastali di due centrali elettriche in Val di Peio. Un errore, volontario o involontario, che avrebbe fatto risparmiare a Dolomiti Energia 2,9 milioni di euro, conseguentemente persi dal Comune di Peio.

La citazione in giudizio è arrivata al termine di lunghe indagini della Guardia di Finanza. "Nel massimo rispetto dell’azione della magistratura inquirente e auspicando che la vicenda possa essere chiarita nelle sedi opportune, la Giunta provinciale esprime la propria solidarietà ai due dipendenti del Servizio catasto coinvolti nell’attività d’indagine" si legge nella nota della Provincia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento