Sci, inizia la stagione di Dolomiti Superski: aperti 137 impianti

Il alcune zone le precipitazioni hanno permesso di anticipare di una settimana l'apertura degli impianti. Sellaronda inaugurerà il 5 dicembre

Sci (da Fb/Dolomiti Superski)

Decolla la stagione sciistica di Dolomiti Superski: 137 gli impianti aperi da subito, con Sellaronda che segue il 5 dicembre. La stagione invernale del carosello sciistico altoatesino inizia ufficialmente il 30 novembre: in alcune zone infatti le abbondanti nevicate di metà novembre hanno permesso di anticipare di una settimana l'apertura degli impianti.

Saranno appunto 137 gli impianti aperti, con 342 chilometri di piste in undici delle dodici zone sciistiche di Dolomiti Superski. Le restanti aree apriranno tra il 4 e il 7 dicembre; tra queste la Sellaronda, che sarà accessibile dal 5 dicembre (anche se già dal 30 novembre sarà percorribile per poco più della metà in entrambe le direzioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulle piste del Dolomiti Superski sono attesi anche gli atleti. Tra il primo ed il 3 dicembre Plan de Gralba in Val Gardena sono in programma otto gare Fis nelle categorie giovanili. Anticiperanno l'apertura al pubblico due discese libere maschili e femminili e altrettante gare di SuperG.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento