menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Trentino dallo spazio (da esa.int)

Il Trentino dallo spazio (da esa.int)

Foto della Terra dallo spazio 'in hd': la nuova tecnica creata all'Università di Trento

Claudia Paris e Lorenzo Bruzzone dell'Università di Trento hanno messo a punto un metodo rivoluzionario di elaborazione delle foto satellitari

Mappe della terra ottenute attraverso fotografie satellitare in alta definizione. Questo il risultato del progetto sviluppato da Claudia Paris e Lorenzo Bruzzone dell'Università di Trento, che hanno messo a punto un metodo innovativo per aumentare l'affidabilità delle mappe disegnate da 786 chilometri di distanza. 

La ricerca, finanziata dall'Agenzia spaziale europea e coordinata dal laboratorio di telerilevamento (RSLab) dell'ateneo trentino, ha introdotto un approccio inedito che consente di vedere centri abitati, zone verdi, fiumi e laghi, integrando le informazioni fornite da immagini satellitari a dati estratti da mappe tematiche territoriali. Altissimo il livello di precisione e affidabilità.

Le 'mappe in hd'

Grazie alle nuove mappe sarà possibile monitorare in modo rapido, continuo e accurato fenomeni naturali e legati all'attività umana. Banco di prova per le immagini è stato l'aggiornamento delle mappe del Trentino, fotografato con mappe dotate di dieci metri di dettaglio. "La svolta - ha affermato Claudia Paris - consiste nella tecnica che abbiamo sviluppato che consente di elaborare in modo automatico ed efficiente immagini satellitari recenti e mappe obsolete per ottenere mappe aggiornate senza l’intervento diretto di esperti (che richiederebbe lunghi tempi di elaborazione e notevoli risorse)".

"Il nostro progetto, cui partecipa la Fondazione Bruno Kessler, ha come obiettivo lo sviluppo di metodi innovativi basati su tecniche di riconoscimento automatico per l'elaborazione delle immagini satellitari fornite dalla costellazione di satelliti Sentinel-2 del programma europeo Copernicus - ha sottolineato Bruzzone -. Abbiamo sviluppato tecniche che sono state applicate al monitoraggio della deforestazione in Indonesia, all'agricoltura di precisione da satellite e all'aggiornamento delle mappe contenenti i tematismi territoriali, mappe che descrivono l'uso del suolo".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento