Politica

Guerra in Ucraina, mozione unitaria dei consiglieri trentini. Cosa chiedono

Firmata una proposta per impegnare la Giunta a garantire assistenza e aiuto ai profughi ucraini: "È la nostra storia a imporcelo"

Dopo settimane di scontri politici tra maggioranza e opposizione all'interno del Consiglio provinciale di Trento (dal concerto di Vasco Rossi alla riforma della legge elettorale provinciale), "attoniti di fronte all'attacco militare russo in Ucraina e al dramma che si sta consumando nel cuore dell’Europa centrorientale", tutti i consiglieri e le consigliere hanno firmato oggi una proposta di mozione unitaria. 

Se approvata, la proposta, che sarà discussa in aula martedì 8 marzo (la prossima seduta consiliare in programma), impegna la Giunta a:

  •  sollecitare il Governo italiano a dispiegare ogni risorsa per il superamento del conflitto armato e per la ripresa del dialogo diplomatico;
  • attivare tutti gli strumenti possibili per garantire assistenza e aiuto ai profughi ucraini costretti a fuggire davanti all’avanzata russa, anche in collaborazione con le realtà associative trentine e ucraine presenti sul nostro territorio;
  • partecipare a tutte le più vaste azioni di solidarietà nazionale e internazionale, in favore di tutte le vittime di questa incredibile violenza che lacera il cuore stesso dell’Europa.

Questa crisi, che grava sulle spalle delle popolazioni inermi - scrivono i consiglieri - "chiama all’assunzione di responsabilità anche i singoli territori e soprattutto quelli, come il Trentino, dove la vocazione all’accoglienza, al dialogo e all’incontro è parte stessa dell’identità collettiva. Intendiamo immediatamente testimoniare la condanna dell'aggressione armata e assicurare vicinanza e solidarietà alla popolazione colpita".

L'appello dei sindacati e delle Acli: "Subito corridoi umanitari con il Trentino per i civili in fuga"

"Il Trentino - concludono i consiglieri - non può esimersi dal dovere morale che la sua stessa storia, fatta di condivisione e solidarietà, gli impone, nel ricordo non appannato di quando anche queste nostre valli furono attraversate dalla tragedia della guerra, obbligando i cittadini di allora al dolore dell’esilio ed alla precarietà della vita del profugo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Ucraina, mozione unitaria dei consiglieri trentini. Cosa chiedono
TrentoToday è in caricamento