← Tutte le segnalazioni

Rovereto, giovani radioamatori “on-air” per Maria Dolens

Via Salisburgo, 49 · Villa Lagarina

ROVERETO. Durante il weekend di Sabato 8 e Domenica 9 Dicembre 2018, dal Colle di Miravalle un gruppo di operatori radio di età compresa tra 15 e 24 anni, hanno sollevato l’attenzione dei radioamatori di tutto il mondo trasmettendo e suscitando interesse con il nome di Maria Dolens. L’iniziativa è stata ideata dall’Associazione Radioamatori Italiani, (A.R.I.) sezione di Rovereto, in collaborazione con il gruppo di giovani radioamatori dello Yota Italia (Youngsters On The Air), che sono stati ospitati dalla Fondazione Opera Campana dei Caduti. L’iniziativa, è nata con due scopi: il primo era quello di far divertire i ragazzi, il secondo di far conoscere alla nazione ed al mondo il nome ed i significati di Maria Dolens. A rappresentare il Trentino c'era Martin Faraglia, 16 anni studente dell’ UPT di Rovereto nonchè il più giovane radioamatore di tutto il Trentino, noto per essere stato l’unico giovane a trasmettere all’età di 13 anni dalla stazione radioamatoriale HV0A della Citta del Vaticano. I ragazzi, hanno trasmesso in fonia e anche nei modi digitali per 24 ore senza mai fermarsi, da sabato a domenica, alternandosi in turni organizzati in un precedente breafing , collegando tutti i paesi del mondo alla scoperta di Maria Dolens. «La Fondazione Opera Campana dei Caduti - commenta il Presidente dell'ARI di Rovereto Cristian Faraglia - ci ha calorosamente ospitato ed ha messo a nostra disposizione i locali della foresteria, necessarie alla nostra attività. Abbiamo potuto così trasmettere con il suo nome e fare conoscere la Campana della Pace in tutto il mondo. L'obiettivo, comunque, era di fare divertire i ragazzi, e far fare loro questa importante esperienza, sono rimasto sorpreso di come durante tutto il periodo di permanenza, si sia instaurato uno spirito di fratellanza e collaborazione tra di loro indipendentemente dall’età, a maggior ragione pensando come i ragazzi non si conoscessero di persona prima di questa esperienza ». I ragazzi, hanno gestito da soli l'evento nella sua interezza: non solo quindi durante le comunicazioni radio, ma anche nell'installazione delle antenne e durante l’allestimento della sala radio. Per gli interessati a diventare radioamatore, è previsto il conseguimento della patente di stazione radioamatoriale per cui è necessario fare il corso presso le sezioni ARI nel territorio e sostenere un esame di stato presso l’ Ispettorato territoriale del Ministero Sviluppo Economico.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
TrentoToday è in caricamento