rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Attualità Segonzano

Giornalista molestata, il post del sindaco di Segonzano: "Solo goliardia, ora farà carriera"

Pierangelo Villaci, primo cittadino del comune in Val di Cembra, invita a "non stracciarsi le vesti per uno schiaffato sulla chiappa"

"Ci stracciamo le vesti per uno schiaffetto sulla chiappa", o ancora "goliardia provocatoria insita nell'animo dei toscani" e anche "ora prevedo un'ottima carriera per la giornalista". Ad esprimersi così è Pierangelo Villaci, sindaco di Segonzano dal 2015, piccolo comune di poco meno di 1500 anime in Val di Cembra noto soprattutto per le piramidi di terra.

Il riferimento è ovviamente alle molestie in diretta capitate alla giornalista di Toscana Tv Greta Beccaglia, palpeggiata da un tifoso mentre conduceva una diretta fuori dallo stadio in occasione della partita Empoli-Fiorentina lo scorso sabato 27 novembre.

Giornalista molestata, Daspo di 3 anni per il tifoso della Fiorentina: ecco perché le scuse non bastano

Un gesto che è già costato al responsabile, un 45enne marchigiano, un Daspo di 3 anni. Non solo, anche l'emittente televisiva Toscana Tv ha deciso di sospendere il conduttore che in studio aveva minimizzato l'accaduto, invitando la giornalista a procedere nella diretta. Un episodio sul quale il sindaco di Segonzano Pierangelo Villaci si è sentito in dovere di intervenire in maniera piuttosto critica già dall'input: "Che due co...riandoli. Premetto che è appena passato il 25 novembre giornata contro la violenza sulla donna che mi trova partecipe e spero che entri nella testa e nel cuore delle giovani generazioni e non debba esistere più questa barbarie...ma dopo vedo quello che è successo alla giornalista sportiva in Toscana e un tipo vedendola gli ha fatto un buffetto sulla chiappa e tutti i telegiornali a parlarne e censura al caporedattore che ha detto di andare avanti...ho guardato le immagini uno schiaffetto sul culo con quella goliardia provocatoria insita nell'animo dei toscani ed è scattata la denuncia e certo non era come ha detto lei un palpeggiamento nelle zone intime. Ora prevedo una ottima carriera per la giornalista e presto sarà alla domenica sportiva a commentare le partite di serie A".

In seguito, il post si sposta sui "problemi del territorio". Matrimoni combinati "perché da loro si usa così", donne che non possono uscire di casa "se non accompagnate dal marito", o cittadinanze date a donne "che non conoscono una parola di italiano solo per darle dei diritti". Secondo Villaci dunque, il problema vero è quello delle donne che "non possono uscire di casa da sole neanche per andare a buttare l'immondizia". La denuncia del sindaco si conclude così: "E dopo ci stracciamo le vesti per uno schiaffetto sulla chiappa? Io penso che le donne siano le nostre madri e le nostre sorelle e una volta giunte in Italia non possiamo far finta di nulla in nome di un integrazione che spesso non esiste ma che che la civiltà e il rispetto debbano essere per tutte e per tutti e certo lo schiaffo nel culo non ci sta ed è esecrabile ma non chiudiamo gli occhi sul resto". Difficile capire il nesso tra il dramma della sottomissione femminile in alcune culture e una palpeggiata in diretta tv, ma tant'è. 

Il Trentino si distingue ancora una volta, a pochi giorni di distanza dalla giornata contro la violenza sulle donne, per un post quantomeno discutibile di suo esponente politico. Una decina di giorni fa, era stato Luca Valentini (Fratelli d'Italia) ad invitare le donne a "scoparsi i cavalli". Un trend decisamente poco invidiabile.

Il post

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornalista molestata, il post del sindaco di Segonzano: "Solo goliardia, ora farà carriera"

TrentoToday è in caricamento