rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Avvertenze

Le temperature elevate rendono il ghiaccio instabile: l’appello del Soccorso alpino

Dopo i recenti gravi fatti avvenuti in quota, si rinnova l’invito ad un approccio consapevole con la montagna

Quando si va in montagna, si sa, sono necessarie soprattutto due cose: rispetto per il luogo in cui ci si trova e preparazione. Il che significa avere l’attrezzatura giusta, conoscere i propri limiti e sapere fin dove ci si può spingere e non dar mai per scontato nulla.

Lo insegnano le cronache degli ultimi giorni tra infortuni in quota e, purtroppo, anche decessi.

Soprattutto, ciò che non bisogna fare è pensare che questo periodo dell’anno in cui le temperature sono ben sopra le medie stagionali, equivalga ad un’estate prolungata. Sembra, appunto, ma non lo è.

Anche il Soccorso Alpino e Speleologico Trentino fa una raccomandazione in questo senso a turisti, escursionisti sportivi e amanti della montagna: fare attenzione in questo particolare periodo dell’anno, caratterizzato da temperature relativamente alte anche in quota durante il giorno che poi scendono vertiginosamente durante la notte, poiché ciò rende il ghiaccio ancora più scivoloso.

Per evitare quindi infortuni, o peggio, se si sceglie di fare escursioni in quota, dove c’è la possibilità di trovare ghiaccio, è sempre bene farlo con l’adeguata attrezzatura e guardando bene dove si mettono i piedi, senza concedersi distrazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le temperature elevate rendono il ghiaccio instabile: l’appello del Soccorso alpino

TrentoToday è in caricamento