menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Asporto in Trentino

Asporto in Trentino

Coronavirus, caffè, brioche, pizza e gelati si possono consumare all'aperto

Lo stabilisce la nuova ordinanza firmata dal presidente Maurizio Fugatti

Cibo e bevande come caffè, brioche e gelato potranno essere consumati all'aperto oltre che acquistati per l'asporto. A stabilirlo la nuova ordinanza firmata dal presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti.

La novità era particolarmente attesa dai gestori di bar, gelaterie, pasticcerie, ristoranti e pizzerie al taglio. Il consumo di cibi e bevande dovrà avvenire sempre rispettando le distanze e senza creare assembramenti.

Pasticcini, snack, caffè e bevande potranno quindi essere mangiati o bevuti all'aperto se si osserva il distanziamento di almeno tre metri, tranne che tra familiari conviventi. La mascherina dovrà essere reindossata non appena completato il consumo. Non è possibile fermarsi all'interno dei locali né appoggiarsi su tavolini o mensole.

I chiarimenti sulla Fase 2

Fugatti aveva chiarito alcuni punti della nuova ordinanza, in vigore per la Fase 2.

  • È consentito andare a fare legna in gruppi di al massimo tre persone (anche non congiunti)
  • Gli spostamenti, in auto o in moto, devono essere motivati da ragioni di lavoro, salute, comprovata necessità o visite ai congiunti
  • È permesso viaggiare in auto con tutti i familiari, purché siano conviventi, per andare a fare visita ai congiunti
  • Durante le visite ai congiunti, soprattutto se si tratta di anziani, è necessario indossare la mascherina e mantenere una distanza di almeno un metro
  • Per raggiungere l'abitazione dei propri congiunti è possibile utilizzare i mezzi pubblici
  • È permesso fare la spesa nel proprio comune, in quelli adiacenti oppure nel tragitto casa-lavoro (questa restrizione sarà una delle prime a venir meno)
  • Le persone che per motiviti di salute, ad esempio se affetti da asma, hanno difficoltà a tenere la mascherina, dovrebbero farsi rilasciare un certificato medico
  • I ragazzi possono passeggiare anche da soli per il paese ma sempre indossando la mascherina. Nel caso di bambini le passeggiate possono essere fatte con i familiari conviventi o con la baby sitter
  • È consentito accedere ai cimiteri purché si evitino assembramenti e venga mantenuto il distanziamento
  • Le passeggiate con i congiunti restano vietate (è possibile fargli visita ma non uscire con loro).

Nuova ordinanza: il testo completo

Contagi e decessi: i numeri dell'epidemia in Trentino

48 nuovi contagi e altri 4 decessi (tutti avvenuti in Rsa). Questi i dati dell'emergenza sanitaria riferiti dalla Provincia mercoledì 6 maggio. In totale i tamponi effettuati in Trentino sono stati 1.947. Tra i contagiati ci sono 3 minori e 5 ospiti di Rsa. Dall'inizio dell'emergenza il numero dei morti per il coronavirus sale a 438. Per fortuna, sono in calo i ricoveri in terapia intensiva, al momento 13, e quelli in altri reparti, attualmente 116. Nel complesso sono 4.954 le persone che hanno contratto il Covid-19 nella provincia di Trento, di queste 2.861 sono guarite.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Due nuovi vaccini anti-Covid in arrivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento