rotate-mobile
Opere / Folgaria

A Folgaria un nuovo impianto fotovoltaico Palasport - Palaghiaccio : approvato il progetto in Giunta

Grazie ad un finanziamento della Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri sarà possibile realizzare a breve il primo lotto per euro 331mila

È stato approvato dalla Giunta di Folgaria, nella seduta di lunedì 12 ottobre dalla Giunta comunale, il progetto per la realizzazione del nuovo impianto fotovoltaico Palasport/Palaghiaccio. L’impianto, nel suo complesso, sarà composto da 1106 moduli fotovoltaici con tipo di realizzazione su tetto. La potenza di picco totale sarà di 453,46 kWp per una produzione di 506.457,8 kWh annui distribuiti su una superficie di 2.223,06 m2. Il costo complessivo è stimato in 740mila euro. Grazie ad un finanziamento della Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri sarà possibile realizzare a breve il primo lotto (tetto Palasport) per euro 331mila.

L'impianto riduce le emissioni inquinanti in atmosfera secondo la tabella annua: 

L'impianto riduce le emissioni inquinanti in atmosfera secondo la tabella annua-2

Come spiegato dal sindaco Michael Rech, il Gse (Gestore Servizi Energetici) propone agli utenti varie tipologie di contratto per gli impianti fotovoltaici, tra cui i più importanti ed utilizzati sono il ritiro dedicato e lo scambio sul posto. "Analizzando la situazione attuale in termini di remunerazione dell’energia e consumi dell’utenza, si è individuata una particolare opportunità per il Comune di Folgaria - spiega il primo cittadino -. Questo perché il Gse prevede una speciale tipologia di contratto per le pubbliche amministrazioni, chiamato Scambio Sul Posto Altrove".

Questo, nello specifico, è un contratto dedicato alle pubbliche amministrazioni con popolazione inferiore ai 20mila residenti (Folgaria ne ha 3.170), che ricoprono contestualmente sia il ruolo di consumatori che di produttori di energia elettrica da impianti alimentati da fonti energetiche rinnovabili come il fotovoltaico.

"Il vantaggio maggiore dello Ssa rispetto allo Ssp 'tradizionale' sta nel fatto che non vi è l’obbligo di coincidenza tra i punti di produzione e quelli di consumo dell’energia elettrica - spiega ancora il sindaco -. Questo vuol dire che con un contratto di Ssa il comune di Folgaria potrà produrre energia elettrica sulla copertura del Palasport, e consumarla (oltre che al palasport e palaghiaccio) anche in altri edifici, purché con “bolletta” intestata al Comune. Ad esempio: scuola materna, cinema, acquedotto. Inoltre, se il consumo avviene contestualmente alla produzione, i corrispettivi a copertura degli oneri generali di sistema, limitatamente alle parti variabili, si applicano sull’energia elettrica consumata e non prelevata dalla rete, in misura pari al 5% dei corrispondenti importi unitari dovuti sull’energia prelevata dalla rete. Con questo consumo contestuale alla produzione, il guadagno dato dalla generazione fotovoltaica, sta nell’autoconsumare l’energia prodotta. Ovvero un risparmio in bolletta, più che nella remunerazione dell’energia venduta". 

Si ipotizza infatti che se il consumo non fosse contestuale si pagherebbe la compensazione economica data dalla differenza di prezzo riconosciuta tra energia immessa e prelevata caratteristica dello Ssp “tradizionale”, sempre in difetto per l’utente, ma comunque più conveniente che acquistare direttamente l’energia dalla rete. Il Comune di Folgaria ha redatto, nel 2022, una precisa analisi energetica sui consumi di energia elettrica delle proprie utenze, quali: edifici pubblici, illuminazione pubblica stradale, stazioni di pompaggio, impianti di gestione e potabilizzazione dell’acquedotto comunale. Questi i consumi:

Consumi elettrici (fotovoltaico palasport-palaghiaccio)-2

Dalla tabella si vede come il settore acquedottistico rappresenti di gran lunga le utenze più energivore per il Comune. "Questo è dato principalmente dal consumo dell’impianto di pompaggio dell’acqua potabile da Terragnolo a Folgaria - conclude Rech -. Per quanto riguarda la spesa per gli immobili comunali, l’utenza che consuma maggior energia elettrica è proprio il complesso Palasport - Palaghiaccio, edificio su cui si andrà ad installare l’impianto fotovoltaico. Data l’importanza del sito si sono fatte delle analisi più aggiornate sul consumo di energia elettrica, e da luglio 2021 a luglio 2022, il consumo è stato di 542.656 kWh. Quindi tendenzialmente al rialzo dal 2021, ma inferiore rispetto ad esempio al 2019, causa pandemia. L’impianto fotovoltaico Palasport-Palaghiaccio, una volta installato anche il lotto 2 (tetto palaghiaccio) avrà una produzione annua sufficiente a coprire l’intero fabbisogno nominale elettrico annuale dei due edifici più energivori del comune di Folgaria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Folgaria un nuovo impianto fotovoltaico Palasport - Palaghiaccio : approvato il progetto in Giunta

TrentoToday è in caricamento