rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Attualità

La proposta di Ferro: "Quarantena solo per i no vax, ai vaccinati test se sintomatici"

La Società italiana di igiene, presieduta dal dg di Apss, prende posizione sul tema del momento

Il position paper della Siti (la Società italiana di igiene), arriva proprio nel giorno in cui il Cts è chiamato a decidere se e come cambiare le regole per la quarantena. Presidente della Siti, e tra i firmatari del documento, c'è anche Antonio Ferro, direttore generale dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari. Nel testo si chiede di "far fare la quarantena solo a chi non si è vaccinato contro Sars Cov-2 e sottoporre a test anche i vaccinati ma solo in caso di sintomi o di contatto con persone a rischio".

Gli specialisti, come riporta l'agenzia Ansa, chiedono di permettere "da subito" tutte le attività del tempo libero solo alle persone che hanno il super green pass, chiedendo di "valutare con urgenza la richiesta di vietare" a chi non lo ha "ogni attività sociale e lavorativa". I medici propongono di "focalizzare gli sforzi" del tracciamento dei contatti dei non vaccinati e di "comunità chiuse", come le Rsa e di sospendere "il tampone di fine isolamento dopo i 10 giorni dalla positività in assenza di sintomi da 3 giorni" per "dedicare la diagnostica ai casi sospetti, senza ritardi".

La Siti propone inoltre di "velocizzare la campagna vaccinale in tutte le regioni e province autonome anche tramite l'organizzazione di maratone vaccinali". "La vaccinazione è probabilmente efficace anche verso la variante Omicron, almeno per la protezione dalle forme gravi - scrive proprio il dg di Apss Antonio Ferro - Tutte le risorse del Servizio sanitario nazionale devono quindi essere orientate verso lo sforzo vaccinale nei confronti dei richiami per la terza dose e possibilmente nella vaccinazione dei non vaccinati. I non vaccinati causano il maggior impatto sul sistema sanitario e facilitano la diffusione del virus. Le strategie di contenimento attuate finora, in un contesto di vaccinazione di massa e di transizione verso una fase di endemia, non sono più appropriate e sostenibili: la mitigazione è l'unica opzione praticabile soprattutto in relazione alle più recenti, più trasmissibili e contagiose varianti come Omicron".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La proposta di Ferro: "Quarantena solo per i no vax, ai vaccinati test se sintomatici"

TrentoToday è in caricamento