Famiglie monopersonali: indispensabile pensare ai propri animali domestici

ENPA fornisce un link da cui scaricare dei moduli/promemoria per i single che vivono con animali d'affezione, per assicurarsi che i propri amici a quattro zampe vengano soccorsi in caso di necessità.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

In Italia il numero dei nuclei monopersonali (single o anziani soli) sta superando quello delle famiglie e circa il 40% di essi condivide la vita con un animale d'affezione. In caso di ricovero o decesso del partner umano a causa del corona virus, questi animali corrono il rischio di non essere soccorsi e quindi di morire. Perciò è fondamentale che (analogamente al tesserino sanitario e ad eventuali avvertenze su proprie terapie o patologie) queste persone dispongano di uno strumento semplice da usare, e chiaro per chi lo legge, per avvisare famigliari, soccorritori o sanitari della presenza di animali presso la propria abitazione. Per questo motivo ENPA propone questo promemoria da ritagliare (compilare con i numeri di telefono delle persone che possono prendersene cura o con l'indicazione che non si ha nessuno cui poterli affidare), ed esporre appeso fuori dalla porta di casa, portare con sé nel portafoglio, appendere in casa in luoghi visibili: serve a segnalare che ci sono uno o più animali in casa, affinché qualcuno si occupi di accudirli nel malaugurato caso il proprietario non possa farlo. Un piccolo gesto può salvare gli animali. A questo link ci sono i promemoria da stampare e ritagliare: https://enpa.it/upload/content/20203221816442.pdf per ENPA del Trentino dr. Ivana Sandri

Torna su
TrentoToday è in caricamento