menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine repertorio

Immagine repertorio

Colf e badanti evadono il fisco per circa due milioni di euro: scoperte dalle fiamme gialle

Le collaboratrici domestiche e le assistenti familiari avevano omesso di dichiarare i redditi dei cinque anni precedenti. Ciascuna aveva evaso circa 10mila euro all'anno

I controlli della guardia di finanza di Trento hanno scoperto un'evasione fiscale di un milione e 847.954 euro in due anni. È accaduto in val di Non e Sole, dove colf e badanti avevano omesso di dichiarare i redditi degli anni precedenti.

In particolare nel giro di due anni una quarantina di collaboratrici domestiche e assistenti familiari, per la maggioranza provenienti dall'Est europeo, non avevano dichiarato i guadagni ottenuti lavorando soprattutto nelle valli di Non e di Sole. Circa due i milioni di euro evasi.

Le fiamme gialle della tenenza di Cles avevano iniziato le prime verifiche all'inizio del 2017, trovando tredici collaboratrici domestiche, in prevalenza moldave e rumene, che avevano omesso di dichiarare 482.526 euro nei cinque anni precedenti. Il numero di badanti evaditrici è cresciuto nel 2018 a 15, per un totale di 768.746,00 euro evasi, mentre per il 2019 sono già state segnalate dieci collaboratrici, anche in questo caso prevalentemente rumene e moldave, che hanno evaso 596.682,00 euro.

In totale bandanti e colf hanno evaso un milione e 847.954,00 euro. In media, nell'arco di circa cinque anni, ognuna delle lavoratrici sottoposte ai controlli ha omesso di dichiarare circa 10mila euro all'anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento