menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aumentano i single giovani ma anche l'età media: tutti i dati della popolazione di Trento

Le famiglie composte da una sola persona sono più del 40%: per quanto riguarda i maschi in maggioranza giovani, mentre le donne single sono per lo più di età avanzata e, spesso, vedove

Trentini mai così tanti, e mai così vecchi. E' questo il quadro fornito dall'Ufficio Studi e Statistica del Comune nel tradizionale annuario, pubblicato sul sito istituzionale. Al 31 dicembre 2020 la popolazione supera, per la prima volta, quota 119 mila residenti (119.061, di cui 61.677 donne e 57.384 uomini), evidenziando un aumento di 217 unità rispetto all’anno precedente.

Si conferma l’invecchiamento della popolazione, che ha un’età media pari a 44,9 e un indice di vecchiaia pari a 174, ovvero ogni 100 giovani in età tra i 0 e i 14 anni, ci sono 174 persone sopra i 65 anni. Sul territorio cittadino ci sono 21 persone ultracentenarie, tutte, ad eccezione di uno, donne. Le famiglie sono 54.460 famiglie, in aumento di 444 unità rispetto all’anno precedente, ma è bene specificare subito che in questo calcolo rientrano anche le sempre più numerose famiglie mononucleari, ovvero i single che costituiscono qusi la metà dei uclei familiari.

Per la prima volta il numero di componenti medi si abbassa, dopo oltre 10 anni, a 2,1. Si conferma il trend in aumento delle famiglie composte da una sola persona, che costituiscono il 41% del totale dei nuclei. A tal proposito si evidenza una grande differenza tra le persone che vivono da sole: per quanto riguarda le donne, che sono in numero maggiore degli uomini (57% dei nuclei monofamiliari), sono principalmente collocate nelle fasce d’età più elevate e, spesso, sono anche vedove, mentre la maggior parte di famiglie unipersonali maschili, sono costituite da uomini “giovani”, celibi.

Gli stranieri residenti sono in leggero aumento rispetto al 2019 (+ 81 persone). Sono 14.143 e costituiscono l’11,9% del totale della popolazione cittadina. L’età media degli stranieri è di oltre un decennio più bassa rispetto ai residenti italiani: 34,3 anni. Le tre cittadinanze maggiormente rappresentate sono la rumena (2.271 persone), la pakistana (1.395) e l’albanese (1.169), con una differenza per genere: gli uomini rispettano questa graduatoria, mentre per le donne, alla cittadinanza rumena, seguono l’ucraina e la moldava.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Due nuovi vaccini anti-Covid in arrivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento