Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Crisi alla Adler di Rovereto: Provincia chiede garanzie su permanenza dell'azienda

La Pat ha anche assicurato l’impegno a ricollocare gli eventuali esuberi, anche attraverso percorsi di formazione e riqualificazione, in altre aziende del territorio

Il presidio di giovedì (foto Mario Cerruti)

“La Provincia autonoma di Trento è pronta a garantire il proprio impegno, non solo finanziario, ed affiancare la proprietà per superare l’attuale crisi aziendale, soprattutto a fronte di un nuovo investitore. È necessario che l’azienda e il nuovo management offrano le garanzie circa la permanenza dello storico polo produttivo, gli investimenti su nuovi prodotti e i livelli occupazionali”. Queste in sintesi le parole dell'assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro, Achille Spinellin durante l’incontro avvenuto giovedì 5 marzo tra Provincia autonoma di Trento, Trentino Sviluppo, Adler e sindacati sul futuro dello stabilimento di Rovereto.

Nel corso della riunione la Provincia ha assicurato l’impegno a ricollocare gli eventuali esuberi Adler, anche attraverso percorsi di formazione e riqualificazione, in altre aziende del territorio. Al contempo Alfio Morone, presidente di Adler, ha confermato i 23 esuberi (su 51 dipendenti) dichiarati dalla procedura di mobilità e la conseguente ristrutturazione dell’azienda, con la esternalizzazione delle attività “gomma e metallo”  e, soprattutto, il passaggio a breve della proprietà ad un “gruppo internazionale”. Da qui la posizione della Provincia, condivisa dai sindacati. L’obiettivo è di avere dalla nuova proprietà le indicazioni strategiche sulla reale volontà di permanenza a Rovereto, anche attraverso la condivisione di un Piano degli investimenti.

Lo stesso Morone, rispondendo alle sollecitazioni dell’assessore provinciale allo sviluppo economico, ha garantito continuità nel suo ruolo di amministratore delegato fino al 2023. Venerdì 6 marzo si è invece tenuto l'incontro tra i sindacati e la nuova proprierà per condividere tempi, numeri e criteri della messa in mobilità. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi alla Adler di Rovereto: Provincia chiede garanzie su permanenza dell'azienda

TrentoToday è in caricamento