Lunedì, 26 Luglio 2021
Attualità Centro storico / Piazza del Duomo

Dopo l'Epifania un nuovo Dpcm con ordinanze: tornano le zone gialle, rosse e arancioni

Ecco cosa potrebbe succedere alla scadenza del Decreto Natale, nel frattempo si pensa a riaprire la scuola in sicurezza

Tutta Italia zona rossa fino all'Epifania: ma dopo? Tornerà la divisione in tre zone? Con l'approssimarsi della scadenza delle restrizioni natalizie ci si inizia ad interrogare sul futuro. Secondo Today.it sono in arrivo un'ordinanza del ministero della Salute, un decreto legge e un nuovo Dpcm che porteranno nuove regole e divieti in tutta Italia. Il 7 gennaio scadono le restrizioni decise dal decreto legge n. 172/2020, che hanno portato tutta Italia in zona rossa e arancione a Natale 2020, mentre il 15 non saranno più in vigore gli effetti del dl 158/2020 (prorogati dall'ultima norma) e del Dpcm 3 dicembre: in più, il 31 gennaio scade lo stato d'emergenza dichiarato a ottobre 2020 e anche questo dovrà essere rinnovato. Per il governo di Giuseppe Conte si prospetta quindi un lungo lavoro di legislazione che dovrà tenere conto dei numeri dell'epidemia di coronavirus e degli effetti delle restrizioni durante le festività di Natale 2020. 

Tra le ipotesi più plausibili pare esserci quella secondo cui dal 7 gennaio, indipendentemente dal colore della zona, i negozi riapriranno ma con orari limitati, idem per bar e ristoranti che dovranno anche seguire scrupolose regole sull'ingresso delle persone, il coprifuoco sarà sicuramente rinovato ed è probabile che i mezzi di trasporto circoleranno con il 50% della capienza. Quest'ultima limitazione pone un punto interrogativo enorme sulla riapertura delle scuole. La data del 7 gennaio sembra già traballare e si parla già di far tornare in classe solamente il 50% degli studenti delle superiori.  Non a caso, come ha ribadito ieri il presidente della conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, quella di ripartire con le lezioni in presenza al 50% è stata una richiesta esplicita fatta dalla maggioranza dei territori al governo che, prima di accoglierla, prevedeva un 75% iniziale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l'Epifania un nuovo Dpcm con ordinanze: tornano le zone gialle, rosse e arancioni

TrentoToday è in caricamento