menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fermarsi a dormire dai parenti: la "scappatoia" confermata dal Comitato Tecnico-Scientifico

Oltre alla deroga la beffa: ecco come evitare il coprifuoco a Natale e Capodanno

Dormire dai parenti, o amici, che si vanno a visitare alla Vigilia o all'ultimo dell'anno. L'idea è venuta a molti e consentirebbe, sostanzialmente, di poter brindare insieme a mezzanotte, consuetudine abbastanza diffusa al 24 e generalizzata al 31 dicembre. Potrebbe essere una "scappatoia" per non dover rincasare alle 22, orario contemplato dalla deroga per le visite fuori casa consentite massimo per due persone.

La conferma che ciò si può fare arriva però da una fonte autorevole, forse la più autorevole di tutte. Un po' a sorpresa Fabio Ciciliano, dirigente medico della Polizia di Stato e membro del Comitato Tecnico Scientifico, ha risposto alla domanda, incalzato dal giornalista del Corriere della Sera. "Sì, ogni giorno si può effettuare soltanto una visita e si può rimanere anche a dormire. L’uscita per il ritorno a casa è consentita dalle 5 alle 22 tutti i giorni e il 1° gennaio 2021 dalle 7 alle 22", ha dichiarato. 

Va specificato che la deroga consente a due persone conviventi di spostarsi da casa anche nei giorni di "zona rossa" per recarsi in un'altra casa e fare visita a qualcuno. I figli minori di 14 anni o le persone con disabilità non rientrano nel conteggio. All'interno della casa valgono le raccomandazioni fortemente ribadite in questi giorni (anche dal dirigente del Dipartimento Prevenzione Antonio Ferro che è arrivato a consigliare visite brevissime e con le finestre aperte, tanto per capirci) e, in teoria, il divieto di riunione in più di 6 persone.

In teoria, perchè, come ha spiegato Giuseppe Conte durante la conferenza stampa di presentazione del decreto, il domicilio è inviolabile e quindi le forze dell'ordine non possono entrare nelle case per controllare il numero di ospiti presenti a meno che non abbiano il fondato sospetto che stiano commettendo un reato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento