menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Soccorso Alpino Nazionale: il trentino Dellantonio confermato presidente

Il fassano Dellantonio confermato alla guida del Soccorso Alpino nazionale, che ha presentato i dati di un anno da record: gli interventi sfiorano quota 10.000

L’assemblea nazionale del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, riunitasi a Milano, ha riconfermato il fassano Maurizio Dellantonio alla presidenza del Corpo per il prossimo mandato, della durata di tre anni. L’elezione è avvenuta da parte dei rappresentanti del Soccorso Alpino e Speleologico di tutte le regioni italiane.

Maurizio Dellantonio, 56 anni, trentino di Moena, ha una lunga esperienza dirigenziale nel settore della montagna. Guida Alpina, ha svolto gran parte della sua carriera come istruttore presso il Centro addestramento alpino della Polizia di Stato. Precedente alla prima nomina a Presidente Nazionale del CNSAS, avvenuta nel 2016, ha guidato il Soccorso Alpino Trentino.

L'assemblea è stata anche occasione per diffondere i dati dell'attività 2018, numeri da record: gli interventi a livello nazionale sono stati 9.554, mai così tanti. Il 73% degli interventi si è svolto in ambiente montano, l'11% per ricerca persone scomparse ed il 9% sulle piste da sci. Aumentano sempre più le richieste di soccorso: il 40% arrivano da esursionisti, seguiti da sciatori (16%), alpinisti (6,1%) e bikers (6,1%). Il 45,2% delle richieste di aiuto riguarda, fortunatamente, feriti lievi. Spesso però, come spesso raccontiamo sulle nostre pagine, è l'impossibilità a proseguire a far scattare la chiamata. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento