Attualità

Il nuovo Decreto di Natale: l'Italia rossa e arancione dal 24 dicembre al 6 gennaio

Il premier Giuseppe Conte ha parlato in diretta nazionale venerdì sera, poco prima delle 22

L'Italia rossa nei giorni festivi e prefestivi e arancione nei giorni feriali, lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte in diretta nazionale nella serata di venerdì 18 dicembre. «Le misure della divisione a zone hanno funzionato e ci hanno consentito di evitare il lockodwn generalizzato - ha affermato Conte -. Tant'è che nei prossimi giorni tutte le regioni potrebbero rientrare nell'area gialla. La situazione però rimane difficile e in tutta Europa. E tra i nostri esperti c'è forte preoccupazione che nel periodo natalizio la curva dei contagi possa subire un'impennata».

In Trentino fino al 23 dicembre, sarà vietato spostarsi in tutto il territorio provinciale nella fascia oraria tra le 20 e le 5 del mattino, in rispetto della nuova ordinanza di Maurizio Fugatti. 

«Dobbiamo intervenire e vi assicuro che non è una decisione facile, è una decisione sofferta, per rafforzare il regime di misure che sono necessarie per affrontare le prossime festività in modo da cautelarci meglio, anche in vista ripresa più in generale delle attività che avverrà da gennaio».

Non un Dpcm, quindi, ma un Decreto Legge che offra un punto di equilibrio tra la stretta messa in campo e le deroghe ritenute necessarie, in considerazione dell'importanza «sociale e ideale» delle festività in arrivo. 

L'Italia sarà zona rossa 

Nei giorni 24, 25, 26 27 e 31 dicembre 2020, 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021 e pertanto sarà:

  • vietato ogni spostamento tra regioni e tra le province autonome di Trento e Bolzano;
  • vietati gli spostamenti per raggiungere le seconde case tra regioni e province autonome;
  • consentiti spostamenti solo in caso di necessità, salute e lavoro;
  • consentito dalle 5 alle 22 la visita ad amici o parenti, per un massimo di 2 persone. I figli minori di 14 anni, le persone con disabilità e conviventi non autosufficienti sono esclusi dal conteggio;
  • consentita l'attività motoria nei pressi della propria abitazione e all'aperto purché in forma individuale;
  • disposta la chiusura di negozi, centri estetici, bar e ristoranti; 
  • consentito il servizio d'asporto fino alle 22 ;
  • consentita la consegna a domicilio senza restrizioni;
  • disposta l'apertura per supermercati, negozi di beni alimentari e di prima necessità, farmacie e parafarmacie, edicole, tabaccherie, lavanderie, parrucchieri e barbieri.

L'Italia sarà zona arancione 

Nei giorni dal 28 al 30 dicembre 2020 compresi, il 4 gennaio 2021. In questi giorni saranno in vigore le seguenti direttive: 

  • consentiti gli spostamenti all'interno del proprio Comune di residenza senza dover giustificarne il motivo;
  • sono consentiti gli spostamenti dai Comuni che hanno fino a 5000 abitanti per un raggio di 30 chilometri, ma senza poter andare nei Comuni capoluoghi di provincia; 
  • chiusi bar e ristoranti;
  • consentiti i servizi d'asporto fino alle 22 e di consegna a domicilio senza restrizione oraria;
  • negozi aperti fino alle 21.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo Decreto di Natale: l'Italia rossa e arancione dal 24 dicembre al 6 gennaio

TrentoToday è in caricamento