rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Statistiche

Scuole e digitale: a che punto è il Trentino?

I dati riguardano uno studio della piattaforma di apprendimento Preply sulla DAD

La didattica a distanza, o DAD che dir si voglia, è stata una delle realtà emblematiche del periodo pandemico; ora, fortunatamente, è solo un ricordo. Ma come se l’è cavata la Provincia Autonoma di Trento in fatto di DAD, rispetto al resto d’Italia?

Per rispondere a questa domanda vengono in soccorso i dati della piattaforma di apprendimento Preply che ha condotto uno studio per scoprire quali regioni abbiano offerto le migliori condizioni per l’apprendimento a distanza.

Trento è all’11esimo posto, registrando ottimi risultati per quanto riguarda la percentuale di abitazioni che dispongono di un computer; anche se, va detto, i dati sulle connessioni non sono esaltanti. Infatti, emergerebbe che in Trentino si navighi molto più lentamente rispetto ad altre parti della penisola.

La provincia autonoma primeggia in fatto di pc domestici, tanto che il 74% delle famiglie ne possiede almeno uno. Un numero importante, che pone Trento davanti a Lombardia e Provincia Autonoma di Bolzano, a quota 73%.

Secondo lo studio, infine, in Trentino sarebbero stati spesi 600mila euro per la digitalizzazione nelle scuole.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole e digitale: a che punto è il Trentino?

TrentoToday è in caricamento