rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità

Cosa (si può) fare a Trento e provincia durante il weekend dal 21 al 23 maggio 2021

I nostri suggerimenti e gli eventi del prossimo fine settimana trentino

Le restrizioni si allentano pian piano, il sole inizia a scaldare il territorio e la voglia di uscire, emozionarsi e scoprire aumenta. Noi della redazione abbiamo pensato di elencarvi una selezioni di eventi ed esperienze da fare in Trentino in questo articolo. Per tutti gli eventi, basta consultare la pagina del nostro giornale "Cosa fare in città". Buon fine settimana! 

Tridentum romana

Dopo l’interruzione forzata con la chiusura del sito nel febbraio scorso, riprendono le visite guidate allo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, a Trento, sotto piazza Cesare Battisti. Da venerdì 21 maggio, fino al 25 giugno, ogni venerdì alle ore 16.15, i Servizi Educativi dell'Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali propongono visite guidate gratuite. Sarà così possibile visitare un'ampia parte dell'antica Tridentum in compagnia di un’esperta archeologa. Per partecipare è necessaria la prenotazione telefonica al numero 0461 230171 entro le ore 13 del giorno dell’iniziativa. Ad ogni visita sono ammesse massimo 9 persone con obbligo di indossare la mascherina e rispettare il distanziamento. Ingresso al sito a pagamento.

Botticielli al Mart

Botticelli, il suo tempo, il nostro tempo. Un altro maestro dell'arte di ogni tempo in dialogo con la contemporaneità al Mart di Rovereto, dal 22 maggio. Dopo Caravaggio e Raffaello al Mart, maggio porta in Trentino un altro maestro del Rinascimento. Superando i limiti temporali il museo d'arte di Rovereto pone a confronto artisti e movimenti di epoche diverse. Botticelli sarà presente a Rovereto con un significativo nucleo di capolavori come Pallade e il Centauro, proveniente dagli Uffizi, la Venere della Galleria Sabauda di Torino e il Compianto sul Cristo morto in prestito dal Museo Poldi Pezzoli di Milano.

Gemme di Gusto

Il terzo weekend di Gemme di gusto inizia venerdì 21 maggio alle 9.30 con Taste&Walk tra storia, fontane e sapori (link), giornata dedicata a food&winelovers appassionati di storia e architettura. Si tratta infatti di un percorso ad anello di circa 6 km nel cuore di Trento, con partenza da Via Belenzani, intervallato da un aperitivo al Bar Pasi, un pranzo presso Il Libertino – Osteria Tipica Trentina una passeggiata panoramica sul Doss Trento per ammirare la città dall’alto e una golosa merenda al Panificio Sosi in centro città. Ai partecipanti verrà fornito il percorso per vivere l’esperienza in totale autonomia. La quota di partecipazione è di 48 euro a persona. Prenotazione obbligatoria entro martedì 18 maggio contattando la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino al numero 0461 921863 o scrivendo a info@stradavinotrentino.com.

La Murga

Un pomeriggio di musica, danze e festa al Parco di Melta. L'appuntamento è per sabato 22 maggio all'interno del grande parco di Trento Nord. Alle 15.30 la Murga Trentinerante aprirà le danze per dare il via ad un pomeriggio di animazione per tutte le età. A seguire un laboratorio aperto a tutti. 

Castelletti a teatro

Andrea Castelli, scrittore, attore e regista con un posto particolare nel cuore dei trentini, torna a teatro con un nuovo spettacolo. Il suo "Diario di bordo" aprirà la rassegna teatrale all'aperto nel giardino della biblioteca di Besenello sabato 22 maggio alle ore 18.45, con replica domenica alla stessa ora. 

Spoon river in salsa trentina

Da una collaborazione tra il Centro Servizi Culturali S. Chiara e TrentoSpettacoli è nato il progetto “Viaggio a Spoon River”: partendo dal capolavoro letterario di Edgar Lee Masters, “Antologia di Spoon River”, l’autrice e drammaturga trentina Angela Dematté mette in scena cinque monologhi tratti dall’Antologia, interpretati da un attore per un singolo spettatore, proposti all’interno della cornice dello Spazio archeologico sotterraneo del Sas. Il progetto, che originariamente avrebbe dovuto partire lo scorso ottobre ha preso il via martedì 18 maggio, fino a sabato 22 maggio, con le repliche del primo appuntamento della rassegna: “LE COSE FALSE”, monologo diretto da Maura Pettorruso e interpretato da Sara Rosa Losilla.

Camminata spaziale a raccogliere erbe con l'esperto

Una camminata decisamente "speziale" per riscoprire le erbe di primavera, riconoscerle, raccoglierle ed usarle in maniera efficace. È quanto propone la Rete di Rivserve Val di Cembra e Avisio insieme a Stefano Delugan, esperto di erbe alimurgiche, e a Sandro Zanghellini, accompagnatore di media montagna. L'appuntamento è domenica 23 maggio (prenotazione obbligatoria) alle 9.00 a Grumes per percorrere il "Sentiero botanico naturalistico" e un tratto del Sentiero dei vecchi mestieri fino a Grauno, paese natale di Padre Atanasio Cristofori (1885 - 1961) il "frate delle erbe", autore del libro Piante ed Erbe Medicinali della nostra Regione Tridentina (Ardesi, Trento 1931), dedicato agli usi medicinali delle piante spontanee. La giornata comprende anche la visita all'azienda agricola biologica GioVe Officinali, che coltiva e raccoglie erbe officinali e spontanee.

Giornata delle Dimore Storiche

Visite guidate anche in Valsugana e nel borgo di Ala per la Giornata Nazionale dell'Associazione Dimore Storiche Italiane. Domenica 23 maggio 2021 anche in Trentino alcuni dei luoghi privati più affascinanti apriranno le porte ai visitatori grazie ai volontari che guideranno il pubblico in un viaggio tra arte, storia ed architettura. In Valsugana la visita inizia alle 9.00 e comprende Castel Ivano, Castel Pergine, Palazzo Buffa e Castel Telvana. Ad Ala il tour partirà in piazza San Giovanni alle ore 10.00, alle 14.00 e alle 16.00 per una durata di 120 minuti a gruppo. Saranno visitabili sei tra i più bei palazzi del nucleo storico della cittadina, incluso Palazzo Taddei con la mostra fotografica “Le Panoramiche Fotografiche dei 50 Anni di Giro d’Italia” di Remo Mosna. Informazioni e prenotazioni sul sito dell'Adsi.

Cantine aperte

In viaggio sulla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino: tutti i weekend della primavera e dell'estate 2021 cantine e distillerie saranno aperte ai visitatori con degustazioni, passeggiate tra i vigneti, enotour e visite guidate nelle zone produttive in assoluta sicurezza. Un’esperienza gustosa per scoprire, o riscoprire, vini e distillati di produzione locale. I produttori saranno orgogliosi di aprire "le porte di casa" per accogliere i visitatori in un vero e proprio mondo tutto racchiuso in un calice e tanti angoli inediti di territorio. Sul sito tastetrentino.it è disponibile l’elenco delle aziende aperte, con le varie proposte e modalità di prenotazione.

Amanti della natura

Se invece sei un amante della natura e stai pensando a un'escursione che ti lasci senza fiato, ecco alcune esperienze da fare almeno una volta nella vita: 

Cascate, spettacolo della natura

La forza dirompente dell'acqua è uno degli spettacoli più belli che la natura può offrire. In Trentino non mancano i luoghi in cui ammirare la potenza, ed allo stesso tempo la bellezza, delle acque che si gettano da salti di roccia a strapiombo. Abbiamo selezionato per voi cinque semplici percorsi per ammirare cascate e forre. 

Mesotrekking: da Trento al Lagorai

Partire dalla città per raggiungere una delle zone più selvagge del Trentino, ripercorrendo la strada utilizzata dai cacciatori-raccoglitori mesolitici 7.000 anni fa. E' questa l'esperienza garantita dal Mesotrekking, un itinerario non certo tra i più famosi, ma ricco di affascinanti suggestioni storiche, oltre che di bellezze paesaggistiche, per chi vorrà intraprenderlo. Il cammino risulta essere particolare già dal punto di partenza: la città di Trento, o meglio il quartiere dei Solteri, nella periferia nord della città. Un cartello indica l'attacco del sentiero, e si parte. Dallo stesso punto partivano, migliaia di anni fa (7.500 - 5.000 a.C.) le popolazioni nomadi stagionali che dalla Valle dell'Adige si spostavano sulle montagne del Trentino orientale per la caccia agli stambecchi. Leggi la storia completa.

Spiagge da sogno

Sole e caldo sono arrivati e il Trentino, si sa, è la terra di spiagge assolate e acque cristalline. Non si direbbe ma la provincia famosa per le sue montagne ha ricevuto, anche quest'anno, il prestigioso riconoscimento della Bandiera Blu per 10 spiagge... ovviamente lacustri. L'organizzazione ambientalista Foundation for Environmental Education ha assegnato 201 bandiere blu ad altrettanti Comuni italiani, censendo ben 416 spiagge riconosciute per la particolare qualità ambientale. 

Le Bandiere Blu 2021 in Italia sono nove in più dell'anno scorso. La Liguria è prima tra le regioni con 32 Comuni, segue la Campania con 19 bandiere (un nuovo ingresso ma anche un'uscita), la Toscana scende a 17 bandiere (tre uscite) sul terzo gradino del podio a parimerito con la Puglia (tre nuovi ingressi e un'uscita).

In questa classifica il Trentino si piazza al primo posto tra le regioni senza il mare, e con uno stacco notevole davanti al Piemonte, con 2 bandiere, e la Lombardia 1 bandiera. Le 10 bandiere assegnate al Trentino Alto Adige sono tutte in provincia di Trento e sventoleranno nei Comuni di Bedollo, Baselga di Pinè, Pergine Valsugana, Tenna, Calceranica al Lago, Caldonazzo, Lavarone, Levico Terme, Sella Giudicarie, Bondone. 

Vuoi segnalare un evento su TrentoToday? È facile e gratuito: provaci!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa (si può) fare a Trento e provincia durante il weekend dal 21 al 23 maggio 2021

TrentoToday è in caricamento