Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

Cosa fare in Trentino nel fine settimana tra il 7 e il 9 maggio

Ecco una selezione degli eventi organizzati, nel rispetto delle direttive anti-contagio, per il prossimo weekend

Il Trentino in zona gialla torna a vivere anche attraverso le mostre e le riaperture dei luoghi di cultura. Come si legge sul sito del governo, nella sezione delle Faq (Frequency asked questions), in zona gialla lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche è consentito soltanto in forma statica e a condizione che, nel corso di esse, siano osservate le distanze sociali prescritte e le altre misure di contenimento. Alcune persone, al momento, mantengono la orma dell'online per le proprie iniziative, mentre i luoghi si risvegliano dal torpore delle chisure. 

Mercato

Da sabato 8 maggio tornerà in piazza Garzetti il mercatino dei Gaudenti, organizzato dall’associazione progetto Arteria, è un appuntamento che viene programmato il secondo sabato del mese in questo luogo, il quarto si sposta invece in piazza Dante. Le bancarelle verranno posizionate nelle consuete vie con l’istituzione in piazza Garzetti, I e II Androna di Borgo Nuovo, Giardini Largo Pigarelli e via Dietro le Mura A di: divieto di sosta e fermata con rimozione forzata dalle 23 di venerdì fino alle 22 di sabato; divieto di transito veicolare dalle 5 alle 22 di sabato; sospensione del divieto di transito ai veicoli per vicolo della Storta dalle 5 alle 22. Domenica 9 maggio torna il tradizionale mercato saltuario di S. Croce.

Online

Nel fine settimana si terrà anche il viaggio di Stregoni al Film Festival. "Senza voce": la storia di Stregoni sbarca al Trento Film Festival. Il progetto visionario del musicista trentino Johnny Mox e del collega Above the tree, raccontato in immagini dal regista, anche lui trentino, Joe Barba, non poteva mancare all'edizione 2021. Un progetto che parte dal Trentino per allargarsi alla "fortezza Europa", di cui ci parlò Mox prima di partire per il tour. Una fortezza alle cui porte convergono le strade del mondo, in particolare dell'Africa subsahariana. Insomma, un progetto mondiale. 

Muse

Il Muse (Museo delle Scienze) ha scelto il linguaggio del graphic novel per ripartire in presenza, ospitando una mostra pop-up che illustra le conoscenze acquisite sulla pandemia di questo inizio secolo: "SARS-CoV-2. Storia illustrata di un virus", dal 7 maggio al 1° agosto. Dopo una breve illustrazione delle caratteristiche strutturali del nuovo coronavirus, con le peculiarità che lo differenziano da altre tipologie di virus, considerati meno pericolosi per la salute umana, la mostra ripercorre la storia della sua comparsa e diffusione e approfondisce brevemente le sue “abilità evolutive”, ossia la capacità di generare varianti e mutazioni che tanto allarmano rispetto alla questione vaccinale. Alcuni schizzi evidenziano infine gli aspetti salienti della malattia Covid-19, sintomi e modalità di trasmissione.

Sempre Al Muse è ancora presente l’installazione luminosa e sonora fino al 31 maggio 2021. “Trees Falling in Love” ricorda attraverso luci, piante, voci e suoni ambientali l’importanza del legame fra umanità e mondo vegetale. Un'esperienza immersiva, tra arte e natura, da percorrere in tutta sicurezza secondo i criteri di distanziamento interpersonale. Nel 2021 l’opera accoglierà presentazioni di libri, letture radiofoniche e racconti “botanici”.

Altri Musei

Altri musei hanni riaperto in questi giorni in Trentino, ovviamente con le nuove norme da rispettare, anche sulle prenotazioni. Il Museo delle Palafitte di Molina di Ledro, il sito Patrimonio Unesco sarà visitabile dal mercoledì alla domenica dalle 9 alle 17 con ingresso contingentato e prenotazione obbligatoria nel fine settimana; il museo di Riva del Garda e la Torre Apponale saranno visitabili da venerdì 7 maggio. 

Anche il museo di Luserna riapre le porte ai visitatori e lo fa con una bella novità. Dopo aver riconfermato le due mostre organizzate nel 2020, una dedicata all’orso bruno, con ricostruzioni molto suggestive, l’altra all’architettura in legno e pietra delle Alpi, il museo dei cimbri rende omaggio agli uomini preistorici. La mostra si intitola “Gli Antichi Abitanti. Viaggio nella preistoria degli Altipiani Cimbri” ed è visitabile tutti i giorni fino al 7 novembre.

C'è poi il Museo Diocesano Tridentino che ha riaperto al pubblico mercoledì 5 maggio alle 17.30 con una piccola cerimonia inaugurale. Al suo interno è possibile visitare il rinnovato allestimento della pinacoteca, le novità introdotte nel percorso espositivo e la mostra allestita al piano terra Guido Pajetta. Diario intimo. 

Insieme a queste, principali novità, ci sono altri luoghi di cultura dove poter prenotare e andare nel fine settimana. Si ricorda, inoltre, la possibilità di avere una riduzione sulla tariffa di ingresso intera fino al 50% per chi presenta il biglietto di viaggio denominato “Euregio 2Plus Ticket” durante tutto il periodo di apertura delle iniziative per l’anno tematico dei musei dell’Euregio che si terranno nel corso del 2021.

Castelli

Anche i castelli stanno riaprendo gradualmente le porte ai visitatori. Già nel fine settimana del 1° maggio i castelli del Trentino sono stati scelti dalle persone in giro per la provincia autonoma. A fine aprile hanno riaperto il Castello del Buonconsiglio, Castel Beseno e Castel Thun. Anche il Castello di Avio è stato riaperto a fine aprile, qui il Fai organizza le visite. Gli altri riapriranno nei prossimi giorni, qualcuno a metà maggio. Massima attenzione alle norme da rispettare per accedervi, sono cambiate e per non rimanere fuori dalle porte, è consigliabile guardare sui siti dedicati tutte le informazioni. 

Escursioni all'aria aperta

Il Trentino offre anche molti luoghi dove poter passeggiare e immergersi nella natura per un momento di puro relax. Abbiamo selezionato alcune esperienze da fare in zona, tra i sentieri che percorrono capillarmente tutto il territorio provinciale: cinque itinerari adatti a tutti, anche ai più piccoli, per camminare senza fretta immersi nella Natura, attorniati dai rumori del bosco e dei suoi abitanti, alla scoperta di luoghi meravigliosi e di antiche testimonianze del rapporto tra l'uomo ed il territorio. Ma anche quelli più "impegnativi", per veri amanti di questa attività. Non dimenticatevi anche del trekking urbano

Non perderti gli aggiornamenti sulla pagina dedicata agli eventi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa fare in Trentino nel fine settimana tra il 7 e il 9 maggio

TrentoToday è in caricamento