Fridays for Future, la marcia contro il cambiamento climatico: disagi alla viabilità

Il corteo si è snodato fino alla rotatoria dell'ex Zuffo. La richiesta dei manifestanti è quella di un intervento immediato contro il surriscaldamento globale

La manifestazione (da Facebook/Fff Trento)

"La natura che resiste si riprende ancora una volta la città". Questo il motto dei manifestanti di Fridays for Future che nella mattinata di venerdì 29 novembre, dalle 9 circa, sono tornati a sfilare a Trento per chiedere ai governi di intervenire contro i tragici effetti del surriscaldamento globale. 

(Il corteo a Trento, foto Viganò/TrentoToday)

Il percorso del corteo

Il corteo è passato per via Verdi, il ponte di San Lorenzo e la rotatoria del casello di Trento centro. Alcuni disagi si sono verificati per gli automobilisti, con deviazioni e modifiche alla viabilità per chi arrivava dal Bus de Vela, oltre a chiusure delle uscite della tangenziale.

Fridays for Future a Trento: ecco com'è andata

Il corteo ha poi raggiunto la rotatoria dell'uscita della tangenziale. L'obiettivo era bloccare la viabilità in ingresso a Trento. Il Comune aveva disposto la chiusura delle uscite di Trento Centro e di Piedicastello. In corteo un migliaio di persone circa, studenti e giovani ma non solo, con gli ormai celebri cartelli sul riscaldamento climatico, un modo simpatico per attirare l'attenzione su una situazione drammatica. La rotatoria di Trento Centro, libera dalle auto per un giorno, è diventata il luogo ideale per una festa con musicisti, percussioni, trampolieri e una partita di calcio improvvisata.

Cosa chiedeno i ragazzi di Fridays for Future

"Dopo le prime tre grandissime manifestazioni che hanno attraversato la città di Trento e le piazze di tutto il mondo, Fridays For Future torna con un'altra mobilitazione mondiale - scrivono gli organizzatori Fff Trento -. L'ultima assemblea nazionale di Fff ha lanciato la data del 29 novembre sotto il nome 'Block the planet, block the climate change'. L'indicazione è chiara, quella giornata sarà caratterizzata da blocchi e azioni di disobbedienza civile, l'unico mezzo che abbiamo come massa per cambiare le cose".

I giovani seguaci di Greta Thunberg contrappongono quindi al consumismo del Black Friday un 'Block Friday' fatto di atti di disobbedienza civile. L'obiettivo? Chiedere un stop immediato alla devastazione del pianeta. "Non abbiamo il tempo di aspettare, bisogna agire ora", precisano i ragazzi del movimento ambientalista.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento