menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contributi "facili" all'Apt? Il Comune: "A Trento un milione di turisti all'anno"

Il Comune difende ad oltranza la dirigente: "Grazie al lavoro con Apt superato il milione di turisti a Trento"

Contributi concessi senza una rendicontazione chiara all'Azienda di Promozione Turistica: questa l'accusa mossa dalla Corte dei Conti al Comune di Trento. La magistratura contabile chiede il pagamento di 500.000 euro alla dirigente comunale del Servizio Cultura Clara Campestrini. Nel corso degli accertamenti sarebbero infatti emersi contributi erogati nel periodo che va dal 2015 al 2019 con eccessiva "leggerezza", ovvero senza pretendere un dettagliato riscontro nelle spese sostenute. 

Una "leggerezza" che potrebbbe costare alla dirigente mezzo milione di euro. Campestrini respinge ogni accusa ed in questo è fortemente supportata dal Comune, che all'indomani del presunto scandalo ha inviato ai media una nota nella quale non solo si esprime fiducia nella magistrautra, ma si difende ad oltranza il lavoro svolto dalla dirigente.

Il Comune va anche oltre, adducendo come prova del buon operato della Campestrini i risultati ottenuti dalla città negli ultimi anni nel settore turistico, con numeri da record in aumento ogni anno. "Si ritiene - si legge nella nota - che la correttezza della procedure adottate dall'Amministrazione comunale e seguite dalla dirigente possa essere provata e che i contributi erogati all'Apt siano in toto giustificati da corrispondenti spese destinate a manifestazioni peraltro approvate dalla Giunta. Del resto, se oggi Trento ha superato la soglia del milione di presenze turistiche è anche grazie alla sinergia virtuosa messa in atto in questi anni tra Amministrazione comunale e Azienda di promozione turistica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento