Coronavisurs, anche in Trentino una task force di Apss

Istituita su indicazione del Ministero una task force, anche per fare corretta informazione sul virus

Istituita anche in Trentino una task force sull'emergenza Coronavirus. Lo riferisce in una nota l'Azienda sanitaria provinciale spiegando che la richiesta è arrivata da Roma, come per le altre regioni italiane, lo scorso 22 gennaio. 

Coronavirus: tutto quello che c'è da sapere

"Si tratta di  una task force di coordinamento delle attività che si faccia carico, tra l'altro, anche della comunicazione relativa all’emergenza - spiega la nota -. A costituire questo gruppo di lavoro, accanto al Dirigente generale del Dipartimento salute e politiche sociali figurano il direttore della Protezione Civile, il direttore generale di APSS, il direttore sanitario dell’Azienda, quelli dei settori di prevenzione, pronto soccorso, emergenza, malattie infettive, servizi ospedalieri ed il responsabile dell’Ufficio stampa della Provincia".

Lo studente di Trento a Wuhan: "Cerchiamo di prenderla al meglio"

Come spesso accade in questi casi l'attenzione è molto alta, ma anche il rischio di allarmismi. Falsi casi sono stati registrati a Milano ed a Napoli. In Cina le fonti ufficiali parlano di 80 morti. Su 2.744 contagiati confermati sarebbero in 461 in condizioni critiche. In Europa si sono registrati solamente tre casi di contagio confermato in Francia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro condanna gli allarmismi. "La situazione - ha detto - è fortemente controllata a livello internazionale: a partire dall'Oms, dalla Commissione europea, fino all'Italia e alle singole Regioni del nostro Paese, tutti sono attivati per gestire nella maniera più tempestiva possibile questo tipo di rischio. Le persone a rischio sono considerate i cittadini che, negli ultimi 15 giorni, si sono recati nelle zone a rischio della Cina e che manifestano una sintomatologia simile a infezioni delle alte vie respiratorie, come febbre, tosse e altri disturbi simili".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Valfloriana: auto e moto a fuoco dopo lo schianto, una persona ha perso la vita

  • Rubano l'acqua del Comune per le fragole ma prosciugano l'acquedotto: danno da 220.000 euro

  • Valfloriana, incidente mortale: motociclista muore carbonizzato

  • Covid, picco di contagi in Trentino: 76 nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus: 32 nuovi casi, ci sono altri 3 contagiati nelle scuole

  • Studente positivo asintomatico: isolati compagni di classe ed insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento