Coronavirus: dal bar che consegna i pasti a casa (con mascherina) all'app per "ascoltare" il museo

L'emergenza stimola l'ingegno: la vita sociale ai tempi del virus

Dal bar Simposio, che propone la consegna di pranzi a domicilio senza spese aggiuntive, al Mart che tramite Alexa può organizzare "visite guidate" mentre i visitatori rimangono comodamente seduti sul divano di casa. Sono alcune delle soluzioni telematiche per vivere una vita sociale anche nell'emergenza.

Il Conservatorio Bonporti di Trento trasmetterà ogni giorno a mezzogiorno dei brani eseguiti dal vivo in diretta streaming, per un totale di 1500 minuti di musica: proprio come il numero verde nazionale per l'emergenza. Anche il cantautore trentino Luciano Forlese si sta attrezzando per organizzare un concerto (quello reale, al Bar Paradiso, è ormai stato rimandato due volte) in streaming sulla sua pagina Facebook.

Gli studenti che stanno a casa in particolare i maturandi, possono ascoltare le lezioni di storia della Fondazione Museo Storico del Trentino.  Viaggiano sulla rete anche i post dell'Azienda per la Promozione Turistica della Val di Non, che quotidianamente pubblica foto e curiosità sulla valle in modo da renderla "visitabile" nonostante il divieto di spostamento.

Ci sono poi i supermercati che già prima dell'emergenza avevano attivato la possibilità di ordinare la spesa via web e passare a ritirarla senza dover fare la fila, con tutti i rischi che ne conseguono. Non si contano, poi, sui vari gruppi Facebook le singole persone di buona volontà che si propongono di portare la spesa a casa a persone anziane o non autosufficienti. Il Birrificio Artigianale Birra del Bosco porta la birra direttamente a casa: c'è addirittura uno scoto del 15% e consegna gratuita sugli acquisti superiori ai 50 euro.

Piccoli accorgimenti, realizzati soprattutto con un po' di fantasia e la volotà di sfruttare fino in fondo quei canali di comunicaizone fino a ieri accusati di allontanare, anzichè avvicinare, le persone. In tempi di isolamento scopriamo che, forse, il nostro mondo non è del tutto "virtuale" come spesso si dice ma che prorio questa tecnologia può rivelarsi utile per mantenere i contatti con il mondo. L'aperitivo con gli amici si può fare, perchè no, anche in conference call.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

Torna su
TrentoToday è in caricamento