Coronavirus, nei comuni trentini più colpiti ha avuto il virus quasi una persona su quattro

A rivelarlo l'indagine epidemiologica della Provincia

Il 23% della popolazione dei cinque comuni trentini più colpiti dall'epidemia - Borgo Chiese, Campitello di Fassa, Canazei, Pieve di Bono-Prezzo e Vermiglio - ha contratto il coronavirus. A rivelarlo è l'indagine epidemiologica condotta dalla Pat fino al 15 maggio attraverso la somministrazione di test sierologici.

"Va detto subito - si legge in una nota della Provincia - che gli ultimi screening con tampone mostrano in quelle zone una situazione assolutamente sotto controllo, con un solo caso su mille abitanti. Ma la fotografia che si è voluta scattare in un preciso momento (i primi 10 giorni di maggio) mentre la tempesta era in corso, mostra il vero volto di questo virus, che circola rapidamente tra gli individui senza che nessuno se ne accorga". 

Lo studio

Attraverso il prelievo di sangue è stato possibile rilevare l’eventuale contatto con il virus Sars-CoV2. L’adesione della popolazione è stata volontaria, ma il responso è stato altissimo: l’85% infatti ha accettato. A chi ha avuto sintomi riconducibili al Covid-19 è stato fatto anche il tampone nasofaringeo. Lo studio, su circa 6100 sieri, ha permesso di stimare la presenza di anticorpi IgG anti Covid-19 nel 23% della popolazione residente nell’area coinvolta nell'indagine.

"Come spiegato in più occasioni - precisa la Pat - i test non danno una 'patente di immunità' al Covid-19, ma forniscono dati epidemiologici importanti per ricostruire a posteriori l’andamento del contagio e capirne meglio l’evoluzione futura". A partecipare all'indagine è stato oltre l'85% dei cittadini dei comuni interessati.

In particolare si è rilevata una percentuale di positività del 27,73% a Canazei, del 24,7% a Campitello di Fassa, del 23,61% a Vermiglio, del 20,97%  a Borgo Chiese, del 17,81% a Pieve di Bono-Prezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

  • Trento, spacciatore sfida la polizia: «Sapete che sono uno spacciatore, ma oggi con me non lavorate». Arrestato in piazza

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Gambero Rosso: in un "annus horribilis" il ristorante di Arco di Peter Brunel è la novità dell'anno

Torna su
TrentoToday è in caricamento