Coronavirus, autobus gratis: "E' per tutelare il personale, non per incentivare gli spostamenti"

Il chiarimento del dirigente del Servizio Trasporto Pubblico della Provincia

Autobus, corriere e treni locali gratis in Trentino. La soluzione, presa dalla Provincia autonoma di Trento principalmente per tutelare il personale dei trasporti pubblici dal rischio di contagio, è stata presa all'interno delle misure sull'emergenza coronavirus. Tuttavia la scelta fa discutere: come mai se da un lato gli spostamenti sono vietati dall'altro si rende gratuito il trasporto pubblico? E' quanto si chiedono molti trentini, tra cui (come si può vedere dai commenti sulla nostra pagina facebook) i nostri lettori.

Coronavirus: i primi due guariti in Trentino

La scelta, ha chiarito il dirigente del Servizio Trasporto Pubblico Roberto Andreatta, viene dal confronto con i sindacati: "la Giunta ha voluto ascoltare il grido d'allarme dei lavoratori del trasporto, abbiamo previsto non solo i modi di evitare contatto a bordo, ma anche in biglietteria, e per questa ragione, per evitare equivoci negli utenti, e quindi coerentemente con le misure prese si sale senza titolo di viaggio. Non per incentivare gli spostamenti diversi da quelli di necessità, ma per evitare contatti tra utenza e lavoratori del trasporto". 
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

Torna su
TrentoToday è in caricamento