Coronavirus: si va verso la proroga fino al 30 aprile, arriva il "mini-reddito" anche per chi è in nero

Il Governo pensa alla "fase 2" ma la strada verso una riapertura, anche parziale, è lunga: si parla già di fine mese

Misure di emergenza fino al 30 aprile: il Governo ta lavorando ad un prolungamento del lockdown in tutta Italia che protrarrà le restrizioni dal 13 aprile per altri 15 giorni. Una decisione che non sorprende, ma che molti attendono da tempo per organizzare fino a fine mese la vita a casa. 

La cosiddetta "fase 2", ovvero la graduale riapertura della vita economica e sociale, è ancora lontana. Le stesse misure economiche annunciate dal Governo in questi giorni sono ancora di tipo totalmente emergenziale.

Uno studio prevede la data dei "decessi zero" in Italia

Il cosiddetto decreto Aprile dovrebbe prevedere i seguenti interventi: gli ammortizzatori sociali dovrebbero essere rinnovati fino a maggio, il bonus per gli autonomi dovrebbe passare da 600 a 800 euro e si pensa ad un "mini-reddito d'emergena".

Quest'ultima misura è diretta alla fascia più debole dei lavoratori, ed è un intervento minimo: 400-500 euro per coloro che sono rimasti fuori da ogni forma di protezione, colf e badanti, ma anche i lavoratori in nero, una galassia di 3 milioni di persone, attiva prevalentemente al Sud.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

Torna su
TrentoToday è in caricamento