Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità

"Non si può morire per divertirsi": boom di controlli nelle strade trentine

A disporli il questore Cracovia

Repertorio

Oltre 770 moto fermate e 120 multe emesse. Il boom di controlli per prevenire gli incidenti è stato disposto dal questore Cracovia in tutte le strade del Trentino. 

È del 50% l’incremento delle sanzioni irrogate nei confronti dei motociclisti per violazione delle regole di condotte nel corso delle ultime settimane. "Se qualcuno poteva pensare che l’azione di prevenzione e contrasto dei comportamenti stradali da parte delle forze di polizia potesse essere una iniziativa limitata a poche settimane dovrà ricredersi", si legge in una nota della questura.

Il Questore Cracovia, proprio a fronte delle numerose contravvenzioni contestate negli ultimi giorni, ha chiesto un maggiore sforzo a tutte le forze di polizia per prevenire gli incidenti, sopratutto tra i motociclisti, causati dalla mancanza di rispetto delle norme basilari nella conduzione dei veicoli.

I controlli di polizia di stato e locale, guardia di finanza e carabinieri proseguiranno nei prossimi weekend soprattutto nei tratti  più frequentati della Valsugana, Val D’Adige, Val di Non, Val di Sole, Val di Fassa, Val di Fiemme, Vallagarina, Alto Garda e Ledro, Val Giudicarie e Val del Chiese.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non si può morire per divertirsi": boom di controlli nelle strade trentine

TrentoToday è in caricamento