menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ivan Piffer

Ivan Piffer

In Trentino si produce il secondo pane più buono d'Italia

Il panificio è stato premiato al concorso per i migliori pani e prodotti da forno tradizionali

In Trentino viene prodotto uno dei pani più buoni in tutta Italia, è stato stabilito durante la 17esima edizione del concorso nazionale "Premio Roma" del 2021. A salire sul secondo gradino del podio, giovedì 18 marzo 2021, è stato il panificio Moderno di Isera, grazie al pane “Grani Duri”, un prodotto realizzato con semola e semola integrale di grano duro Senatore Cappelli, Saragolla e Tumminia. Hanno partecipato al concorso 47 panifici provenienti da 13 diverse regioni italiane, che hanno presentato oltre 150 prodotti. Nella categoria “pani tradizionali e storici di frumento duro”. 

Il concorso è stato indetto dalla Camera di Commercio di Roma e realizzato da Agro Camera (Azienda speciale della stessa Camera per la valorizzazione del settore agroalimentare) in collaborazione con Asrial e in sinergia con Unioncamere Lazio e con il sistema delle Camere di Commercio della regione. La notizia del riconoscimento Trentino è stata divulgata da Confcommercio. «Per la nostra Associazione questa premiazione» spiega Emanuele Bonafini, Presidente dell’Associazione panificatori della provincia di Trento «è motivo di orgoglio e soddisfazione per il lavoro svolto; ci persuade a credere che l’abilità, la perizia e la grande competenza dei panificatori trentini siano gradite a consumatori ed esperti del settore in cerca di qualità, tipicità ed originalità del prodotto alimentare».

Ivan e Matteo Piffer sono la seconda generazione del panificio Moderno. Qui, insieme al loro capo panettieri Alessio Brentari, considerato il "Ronaldo del pane", realizzano questo prodotto che ha conquistato questo secondo gradino del podio. «Grani Duri è uno dei pani che rappresenta al meglio il percorso e l'evoluzione degli ultimi anni» raccontano Ivan e Matteo. «Per produrre le farine di questo pane abbiamo concordato direttamente con l'agricoltore la semina nel luglio del 2020 e atteso pazientemente il raccolto. A fine agosto, assieme ai colleghi di Forno Brisa e Panificio Davide Longoni, siamo andati da Molino Agostini ad Ascoli Piceno, nelle Marche, per approfondire e conoscere meglio il lavoro del mugnaio. Abbiamo testato varie macinazioni e trovato l'insieme di farine ideale, inserendone alcune macinate a pietra e alcune a cilindri, senza pregiudizio. Il bello di incontrare direttamente i mugnai è costruire assieme il nostro percorso, consigliando e facendoci consigliare».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento