rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Concerto Vasco Rossi, dopo i medici saltano anche le ferie dei vigili del fuoco

Il consigliere Zanella (Futura) interroga Fugatti: "È inutile sperticarsi in lodi e presenziare a ogni celebrazione ma non garantire i loro diritti"

Il concerto di Vasco Rossi, in programma il prossimo 20 maggio nell'area San Vincenzo a Mattarello, continua a far discutere. Anche i vigili del fuoco permanenti di Trento subiranno infatti lo stesso trattamento già riservato al personale sanitario: niente ferie, permessi e recuperi nei giorni precedenti l’evento per aiutare nell’organizzazione del concerto.

La Protezione civile della Provincia di Trento, di cui fa parte il corpo permanente dei vigili del fuoco, minaccia lo sciopero. Nel frattempo martedì 12 aprile il consigliere provinciale di Futura Paolo Zanella ha depositato un'interrogazione per chiedere spiegazioni al presidente della Provincia Maurizio Fugatti. "È inutile sperticarsi in lodi e presenziare a ogni celebrazione, ma non garantire i loro diritti", accusa Zanella.

In particolare il consigliere chiede se sia davvero "necessario che per un singolo evento vengano meno il diritto al riposo e alle ferie per il corpo permanente dei vigili del fuoco e per il personale sanitario" nonché "quanti vigili saranno utilizzati per l’organizzazione del concerto e quanti saranno a disposizione per il lavoro ordinario e le emergenze in caserma".

L'interrogazione è anche l'occasione per chiedere conto al presidente della Pat dell'atteso rinnovo dei contratti dei vigili del fuoco permanenti, nonché dei lavori di manutenzione delle due caserme di Trento e Rovereto e del rinnovo dei mezzi che minaccia la sicurezza stessa del personale, come denunciano i sindacati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerto Vasco Rossi, dopo i medici saltano anche le ferie dei vigili del fuoco

TrentoToday è in caricamento