rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Concerto Vasco, Confcommercio si aspetta 6 milioni di euro di indotto

L’analisi considera i 103mila biglietti ad oggi venduti e la provenienza dei partecipanti

Sei milioni e 100mila euro. È l'indotto su commercio e turismo che Confcommercio Trentino si aspetta dal concerto di Vasco Rossi che si terrà il 20 maggio nell'area san Vincenzo a Mattarello. La cifra è il risultato "al ribasso" di uno studio condotto da Mauro Marcantoni dell’ufficio studi della confederazione trentina.

L’analisi presentata giovedì 3 marzo ha preso in considerazione i biglietti venduti e la provenienza dei partecipanti associandoli a una presunta spesa costruita a partire dai dati dell'istituto di statistica della Pat e da studi analoghi elaborati da Assomusica.

I biglietti finora venduti sono 103mila tra italiani fuori regione (62%), trentini (36%) e stranieri (2%). "Il nostro calcolo - spiega Marcantoni - ci indica una spesa di quasi 4 milioni e 800mila euro per il concerto del 20 maggio e una spesa di 1 milione e 300mila euro per il concerto numero zero che si terrà qualche giorno prima ed è riservato a 15mila iscritti ai fan club di Vasco Rossi. In totale la spesa complessiva da parte degli spettatori per l’evento è di 6.147.939 euro". In altre parole è stata considerata una spesa pro capite media di circa 46 euro per partecipante al concerto del 20 maggio.

"Abbiamo voluto fare un’analisi oggettiva sui dati, al di là delle polemiche che ciascuno può ritenere di fare - ha detto il presidente di Confcommercio Trentino Giovanni Bort -. E abbiamo scelto di concentrarci su dati che rappresentino quello che resterà per le categorie che rappresentiamo, cioè le categorie del terziario di mercato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerto Vasco, Confcommercio si aspetta 6 milioni di euro di indotto

TrentoToday è in caricamento