rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità

Il nuovo Commissario del Governo è Gianfranco Bernabei

È stato accolto dal presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti

Dopo Sandro Lombardi, il Commissario del Governo per Trento sarà Gianfranco Bernabei. La notizia è arrivata a fine ottobre, un paio di giorni dopo che il dottor Bernabei ha assunto il nuovo incarico, sabato 23 ottobre. Subito al lavoro, il nuovo Commissario si è presentato alle autorità locali, anche per conoscere le questioni da "gestire" e valutare sul territorio. È stato accolto dal presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti. 

In tema di collaborazione tra istituzioni locali e nazionali, l’incontro ha offerto l’opportunità al presidente Fugatti di illustrare brevemente al Commissario del Governo il particolare assetto istituzionale della Provincia autonoma di Trento, con un riferimento anche alla presenza di diversi comuni con i quali è costante l’interlocuzione sui temi che riguardano la vita amministrativa e in generale la comunità.

Oltre a fare il punto sulla situazione relativa al controllo del territorio, durante il confronto si è accennato anche ad alcuni dei temi più attuali degli ultimi anni, che hanno impegnato le strutture provinciali ma anche statali: la tempesta Vaia con i lutti e i danni che ha causato anche al Trentino, la pandemia causata dal Coronavirus, che ha imposto numerose decisioni che hanno avuto un impatto sulla vita della comunità, la gestione dei grandi carnivori, argomento molto sentito dalla popolazione in un territorio di montagna come il nostro.

Il nuovo commissario ha incontrato la stampa nella mattinata di martedì 26 ottobre e, come riporta Ansa, ha chiarito da subito le tematiche sulle quali lavorerà. "A Trento ritrovo alcune delle questioni che ho ritrovato nelle sedi precedenti in cui ho operato come questore - ha dichiarato il dottor Bernabei durante l'incontro conoscitivo -. Vi è il tema della droga, quale fenomeno dilagante, e quello della movida notturna, comune a molte città universitaria".

Barnabei ha parlato anche di un ipotetico coinvolgimento delle parti sociali per due tematiche: il problema legato agli stupefacenti e alla sua domanda, oltre che a quello della movida. "A Trento vi sono le stesse criticità di altre città, un po' per conformazione urbanistica, che non favorisce convivenza, un po' perché fenomeno sociale diventato prevalente nelle città universitarie. Lo sforzo sarà conciliare i diritti di svago e quelli di riposo, contenendo gli eccessi. Ideale sarebbe definire strutture con spazi per lo svago lontano da aree residenziali. Vengo da città con esperienza di 'street tutor', una figura in strada che, come avviene negli stadi, evita gli eccessi", ha specificato Barnabei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo Commissario del Governo è Gianfranco Bernabei

TrentoToday è in caricamento