rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità Cles

Cles, si potrà pagare il parcheggio con le app: come funziona

La soluzione, adottata ormai da moltissimi comuni in tutta Italia, permette di pagare gli effettivi minuti di sosta, di prolungarla se non si è ancora pronti per lasciare il parcheggio

Anche a Cles sarà possibile pagare il parcheggio con il telefono. Il Comune di Cles, a fine febbraio, ha concluso l'iter per l’attivazione del servizio di pagamento della sosta attraverso l’utilizzo delle applicazioni per smartphone My Cicero ed Easy Park. Le due app saranno disponibili e in funzione nelle prossime settimane, affiancando l’attuale sistema di pagamento che resterà disponibile per chi volesse continuare a utilizzarlo.

"Gli utenti registrandosi andranno a creare un proprio profilo su una delle piattaforme oppure su entrambe - spiega Amanda Casula, assessore con delega al Progetto speciale Smart city -. All’interno del profilo si può registrare anche più di una targa; una volta conclusa la procedura ogni utente riceverà via e-mail un tagliando da stampare e apporre sul cruscotto dell’auto a ogni sosta, in modo da comunicare visivamente all’agente di polizia locale accertatore, che si sta utilizzando quel sistema per il pagamento.

La soluzione, adottata ormai da moltissimi comuni in tutta Italia, permette di pagare gli effettivi minuti di sosta, di prolungarla se non si è ancora pronti per lasciare il parcheggio. E' uno dei vantaggi del pagamento digitale, insieme a quello di non aver più la necessità di avere monete a disposizione. Inoltre, utilizzando l'applicazione, è possibile anche terminare la sosta prima, senza pagare per più tempo di quello in cui si è effettivamente usufruito del parcheggio.

"È stato scelto di attivare il servizio con queste aziende - precisa l'assessore Casula - valutando di fornire agli utenti la possibilità di scelta secondo le proprie abitudini, essendo le stesse molto diffuse sia a livello provinciale che nazionale. I totem dislocati sul territorio comunale rimarranno disponibili, anche se nel tempo potranno essere oggetto di una razionalizzazione viste le costose spese di commissione fisse. L’attivazione di questo servizio è uno degli obiettivi del Progetto speciale Smart City, assieme all’installazione delle colonnine di ricarica e-bike che saranno consegnate entro fine marzo; per le stazioni di ricarica auto, l’amministrazione sta facendo dei ragionamenti di tipo economico oltre che normativo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cles, si potrà pagare il parcheggio con le app: come funziona

TrentoToday è in caricamento