Attualità Borgo Valsugana

Troppo personale sospeso all'ospedale di Borgo: "A rischio le degenze nel reparto di Chirurgia"

La denuncia del consigliere di Fratelli d'Italia Cia: "Azienda sanitaria impreparata, rincorre l'emergenza invece di prevenirla"

Disagi all'ospedale di Borgo Valsugana a causa della sospensione del personale non vaccinato: secondo quanto scritto dal consigliere provinciale di Fratelli d'Italia Claudio Cia, dal venerdì sera al lunedì mattina non ci sarà la possibilità di ricoverare in reparto di Chirurgia e gli eventuali pazienti ancora presenti dovranno essere trasferiti in Medicina.

Questo a causa di una concentrazione di sospensioni del personale infermieristico del pronto soccorso non vaccinato e della conseguente riassegnazione dall’unita operativa di Chirurgia a copertura di questi posti per garantire la continuita? del servizio. In più, scrive Cia, "con un periodo di affiancamento di un giorno e quindi assolutamente non sufficiente".

"Diviene quindi chiaro che - continua l'esponente di Fratelli d'Italia - sia i pazienti che necessitassero della Chirurgia nel fine settimana, sia le urgenze infrasettimanali per le quali siano previsti tempi lunghi per la degenza, nel caso in cui venga superato il numero massimo di letti occupati in Medicina, dovranno essere spostati presso altri reparti del Dipartimento chirurgico o dell’Area medica della rete ospedaliera trentina (anche fino a Rovereto)".

Nel testo poi, il consigliere attacca l'Apss: "Questa scelta evidenzia ancora una volta come l’Azienda sanitaria sia arrivata impreparata a questa situazione, costretta ancora una volta a rincorrere l’emergenza invece che a prevenirla. Ribadisco come, a parere del sottoscritto, sarebbe bastato effettuare un test sulla carica anticorpale degli operatori prima di valutarne l’eventuale sospensione per verificare se abbiano gia? sviluppato l’immunita?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppo personale sospeso all'ospedale di Borgo: "A rischio le degenze nel reparto di Chirurgia"

TrentoToday è in caricamento