rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Attualità

"Al Santa Chiara svuotato il reparto di pneumologia"

La situazione dell'ospedale del capoluogo denunciata dai sindacati. E Zanella interroga la giunta: "Sanità che naviga a vista"

Personale trasferito da un giorno all'altro dal reparto di Pneumologia a quello di Malattie infettive per far fronte all'emergenza Covid, e sanità trentina che "naviga a vista". A denunciare la situazione sono i sindacati di categoria Cgil Fp, Cisl Fp, Uil Fpl Sanità, Nursing up e Fenalt, che si dicono preoccupati e attaccano il presidente della Provincia Maurizio Fugatti per una gestione poco lungimirante.

"Non si può più parlare di situazioni impreviste ed imprevedibili, visto che siamo alla fine del secondo anno di una pandemia che non accenna a finire e pertanto sono da chiamare in causa le scelte fatte sin qui, ovvero una navigazione a vista senza una prospettiva chiara per affrontare in modo strutturale una carenza di Personale ben risalente nel tempo che la pandemia ha soltanto acuito, costringendo a sforzi immani e non più sostenibili dal personale in forza nelle varie strutture" dicono le sigle. A rischio ci sono le necessità e le urgenze di tutte le patologie non Covid gestite proprio dal reparto di Pneumologia.

Quello che emerge, secondo i sindacati, è "il solito vizietto di spostare risorse importanti verso la sanità privata. Ricordiamo tutti i 120 milioni di euro di tagli per la sanità pubblica che erano stati previsti dalla giunta provinciale e l’incremento invece delle risorse per quella privata accreditata, la gestione autoreferenziale del personale dei servizi, poca chiarezza e trasparenza sulle risorse stanziate dal governo nazionale per l’emergenza, indifferenza alle richieste di confronto, negazione delle risorse per il rinnovo contrattuale 2019/2021".

Con questo quadro, concludono i sindacati, "le ragioni per lo sciopero del 16 dicembre sono maggiormente rafforzate. Inoltre, chiederemo spiegazioni ai vertici aziendali in merito alla chiusura del reparto".

Il caso è arrivato anche in consiglio provinciale, con l'interrogazione del consigliere Paolo Zanella (Futura). "L'ospedale viene privato di 12 posti letto dedicati a pazienti con problemi respiratori, mentre siamo di fronte alla quarta ondata pandemica di Covid 19, che vede nella polmonite interstiziale una delle manifestazioni piu? tipiche delle forme gravi" osserva il consigliere, che chiede l'intervento dell'assessore provinciale alla salute Stefania Segnana per conoscere la posizione della giunta in merito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Al Santa Chiara svuotato il reparto di pneumologia"

TrentoToday è in caricamento