rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Negozio storico / Centro storico / Via Rodolfo Belenzani

Addio a un pezzo di Trento: la libreria Benigni va in pensione

Ha chiuso definitivamente dopo 83 anni la vetrina di via Belenzani gestita dall’infaticabile Maria

È letteralmente un pezzo della storia di Trento che se ne va. Il riferimento è alla storica libreria Benigni di via Belenzani, a pochi passi dalla fontana del Nettuno al centro di piazza Duomo, che venerdì 30 settembre ha tirato giù le serrande per l’ultima volta.

Parlare della libreria Benigni significa parlare di Maria, la titolare che per decenni ha venduto libri ai trentini, sempre con il sorriso stampato sul viso: la donna è stata punto di riferimento per i lettori cittadini e non, prima condividendo il bancone con Ida, la mamma, e poi con Pia, la sorella.

Ad aprire la libreria, nel lontano 1939, era stato Arturo Benigni, padre di Maria, mentre lo spostamento nell’attuale sede di via Belenzani è avvenuto nel 1982; ora, quarant’anni dopo, le luci si sono spente definitivamente su un esercizio tra i più longevi della città e, probabilmente, pure tra le librerie italiane che più a lungo hanno fatto da trait d’union tra lettori e mondo dell’editoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a un pezzo di Trento: la libreria Benigni va in pensione

TrentoToday è in caricamento