rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Attualità

Caso Chico Forti, Ambrosi spara a zero su Di Maio: "Essere ridicolo"

L'esponente trentina di Fratelli d'Italia attacca il ministro degli esteri

Torna d'attualità il caso di Chico Forti. Era lo scorso 23 dicembre quando il ministro degli Esteri Luigi Di Maio annunciava il ritorno in Italia del 62enne produttore televisivo e velista trentino condannato all'ergastolo il 15 giugno del 2000 negli Stati Uniti d’America per l’omicidio di Dale Pike avvenuto il 15 febbraio di due anni prima.

Da quasi un anno però non ci sono novità e Chico ancora non è tornato in Italia. A marzo il ministro Di Maio aveva fatto sapere che l'Italia era in attesa "degli ultimi documenti amministrativi", e che Chico (che si è sempre proclamato innocente) "è stato trasferito in un altro penitenziario americano, dove si collocano i detenuti in attesa trasferimento". Da lì in poi nessuna notizia.

Con un post sulla sua pagina Facebook, la consigliera provinciale di Fratelli d'Italia Alessia Ambrosi si scaglia contro l'esponente del governo: "Di Maio è un essere ridicolo. Che razza di politifo è uno che gioca con la vita delle persone facendo annunci e dando per sicure cose che sicure non sono?" si chiede la Ambrosi che accusa il ministro di aver illuso la famiglia Forti: "Detesto chi calpesta la vita delle persone per mettersi in mostra" scrive.

Sciopero della fame al Gf Vip

Il caso Forti è entrato anche nella casa del Grande Fratello: durante la diretta di venerdì sera su Canale 5, Jo Squillo ha chiesto al conduttore Alfonso Signorini, se avesse ricevuto notizie riguardo il caso. Alla richiesta di informazioni Alfonso Signorini rispondeva che non c'erano novità, da qui la decisione di Jo Squillo di iniziare in segno di protesta uno sciopero della fame: "Impossibile che non ci sia nessuno che riesca a dare delle risposte. Il Governo italiano deve intervenire urgentemente. Ci sono delle priorità nella vita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Chico Forti, Ambrosi spara a zero su Di Maio: "Essere ridicolo"

TrentoToday è in caricamento