Studenti positivi all'Università, i compagni informati su cosa fare solo due giorni dopo

Lettera aperta della lista Udu al rettore nella quale si chiede un protocollo urgente: "Situazione pericolosa"

A lezione con un compagno di studi positivo, ma per due giorni nessuno ha detto loro se mettersi in isolamento o no. E' quanto accaduto agli studenti ed alle studentesse dell'Università di Trento dopo la conferma di alcuni casi di positività all'interno dell'Ateneo. Se per scuole ed asili la procedura (almeno in teoria) è chiara e fino ad oggi prevede la quarantena immediata dell'intera classe, insegnanti compresi, all'Università non è così.

La segnalazione arriva dalla lista studentesca Udu, che ha scritto una lettera al rettore per chiedere chiarezza. "Studenti e studentesse che sono stati in aula con chi è risultato positivo hanno ricevuto come unica comunicazione il fatto che le loro lezioni sarebbero state spostate completamente online, fino a una comunicazione successiva: solo 2 giorni dopo la prima segnalazione è arrivata una mail con maggiori informazioni, ma una simile attesa può risultare pericolosa". Ciò, aggiungiamo noi, nonostante da inizio anno accademico l'Università si sia dotata di controlli molto rigorosi con tracciamento digitale all'entrata ed all'uscita dalle aule.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Significa, a tutti gli effetti, che potenziali positivi sono stati liberi di circolare per diversi giorni, o nella migliore delle ipotesi che la decisione è stata rimessa alla loro coscienza. Una mancanza di chiarezza che potrebbe risultare esplosiva in un luogo di assembramento qual è l'università. "Non possiamo pensare che i casi positivi in Università rimarranno rari, è necessario avere subito un protocollo pronto da comunicare a studenti e studentesse, per tutelare tutta la comunità" conclude la lettera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porfido, armi, voto di scambio: le mani della 'ndrangheta sulle cave in Trentino

  • Roveré della Luna, Vigile del Fuoco muore a 43 anni con il coronavirus

  • Il Comune ha deciso: niente Mercatini di Natale

  • Coronavirus, due morti in Trentino: non anziani ma adulti con altre patologie

  • Bollettino coronavirus: altri 111 nuovi casi, oggi tutti con tampone

  • Via Brennero: arrivano i semafori intelligenti che fanno le multe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento